Pro forma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La locuzione latina Pro forma, tradotta letteralmente, significa per [salvare] la forma.

Si usa questa espressione quando si assume un particolare comportamento non per necessità o convinzione, ma solo per salvare la forma, le apparenze.
In ambito commerciale, in modo particolare quando si tratta di import/export, si usa un documento chiamato "fattura pro-forma", in quanto non obbliga chi la emette ad adempiere gli obblighi legali che una reale fattura comporterebbe.

Pro forma[1][modifica | modifica wikitesto]

''pro forma'' locuz. lat. (propr. «per la forma»), usata in ital. come avv., agg. e s. m. – Espressione avverbiale equivalente a per pura formalità, per salvare le apparenze (e quindi anche, talora, solo in apparenza); gli hanno fatto un esame pro forma. Come agg.: un controllo, un'ispezione pro forma; in contabilità, fattura pro forma (v. fattura, n. 2 a). Come s. m., formalità: è solo un pro forma.

Pro forma[2][modifica | modifica wikitesto]

loc. lat.; in it. loc. agg., avv. e sost.

  • loc. agg. inv. Fatto solo per forma: controllo, esame pro forma
  • loc. avv. Per pura formalità, per salvare le apparenze: si fa tutto questo solo pro forma
  • loc. sost. m. inv. Formalità: è solo un pro forma

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ pro forma, su www.treccani.it. URL consultato il 18 novembre 2015.
  2. ^ Pro forma: Definizione e significato di Pro forma – Dizionario italiano – Corriere.it, su dizionari.corriere.it. URL consultato il 18 novembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina