Prisoners of War

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prisoners of War
Filming Hatufim ("Prisoners of War"), season2 - 6.jpg
Titolo originaleHatufim
PaeseIsraele
Anno2010-2012
Formatoserie TV
Generedrammatico, thriller, spionaggio
Stagioni2
Episodi24
Durata45-60 min (episodio)
Lingua originaleebraico
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreGideon Raff
Interpreti e personaggi
Casa di produzioneKeshet Broadcasting
Prima visione
Prima TV originale
Dal6 marzo 2010
Al25 dicembre 2012
Rete televisivaChannel 2
Prima TV in italiano
Dal1º luglio 2016
Alin corso
Rete televisivaItalia 1
Opere audiovisive correlate
RemakeHomeland - Caccia alla spia, Rodina

Prisoners of War (Hatufim, in ebraico: חטופים?) è una serie televisiva israeliana ideata da Gideon Raff e trasmessa originariamente da canale israeliano Channel 2 tra il 2010 e il 2012.

Nel luglio del 2010, ha vinto un Israeli Academy Award for Television come miglior serie drammatica. I diritti di sfruttamento dell'opera sono stati acquistati da 20th Century Fox Television, che ne ha tratto la serie televisiva di successo Homeland - Caccia alla spia, trasmessa dal 2012 sul canale via cavo statunitense Showtime. Nel 2015 è stato realizzato anche un adattamento russo intitolato Rodina, in onda su Rossija 1.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie, ambientata nel 2008, narra le vicende di tre soldati israeliani rimasti in prigionia tra Siria e Libano per 17 anni. Due di loro tornano a a casa vivi mentre del terzo ritornano solo i resti. Gli psicologi militari indagano sulle conseguenze di questa prigionia nelle loro vite personali e rilevano delle incongruenze nelle loro testimonianze che daranno vita ad un accertamento sulle reali intenzioni dei tre soldati. Per i due sopravvissuti il reinserimento nella realtà quotidiana e familiare non è facile ed anche loro indagano su alcuni aspetti poco chiari della loro vicenda fino ad arrivare a sorprendenti scoperte.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Israele Prima TV Italia
Prima stagione 10 2010 2016
Seconda stagione 14 2012 2016

Messa in onda[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione di Hatufim è stata trasmessa in Israele su Channel 2 tra il marzo e il maggio del 2010. Tale stagione è andata in onda nel Regno Unito su Sky Arts nel maggio del 2012, con il titolo inglese di Prisoners of War.[1] Nel luglio del 2012, lo show è diventato la prima serie in lingua straniera trasmessa da Hulu negli Stati Uniti, con un episodio a settimana.[2]

Nel settembre del 2012 è stato annunciata la vendita dei diritti di messa in onda, da parte di Keshet International, all'emittente australiana SBS e alla finlandese Yle. Anche il canale europeo Arte ha acquistato la serie, in modo da trasmetterla in Austria, Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo e Svizzera.[3]

La seconda e ultima stagione della serie è stata trasmessa in Israele dal 15 ottobre al 25 dicembre 2012.[4]

In Italia, la serie sarebbe dovuta andare in onda dal 1º luglio 2016 su Italia 1 con il titolo inglese Prisoners of War, ma la sua programmazione è stata interrotta dopo un solo episodio.[5] Dal 2017 la serie è trasmessa sul canale Infinity TV.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Julia Raeside, Prisoners of War: why the original is always the best, The Guardian, 10 maggio 2012. URL consultato il 29 luglio 2012.
  2. ^ (EN) David Lieberman, Israeli Drama To Become Hulu's First Foreign-Language Exclusive Series In U.S., Deadline New York, 13 luglio 2012. URL consultato il 27 luglio 2012.
  3. ^ (EN) Stewart Clarke, Raft of deals for Prisoners of War, the drama that inspired Homeland, Television Business International, 28 settembre 2012. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  4. ^ (HE) חטופים" חוזרת עם הרבה אקשן וסף מתח גבוה", mako.co.il, 2 ottobre 2012. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  5. ^ QUIMediaset, CALENDARIO SERIE TV MEDIASET, su QUIMediaset. URL consultato il 23 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione