Prima dell'anestesia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prima dell'anestesia
Titolo originale Corridors of Blood
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito
Anno 1958
Durata 86 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Rapporto 1.66 : 1
Genere poliziesco, drammatico, orrore, thriller
Regia Robert Day
Soggetto Jean Scott Rogers
Sceneggiatura Jean Scott Rogers
Produttore John Croydon
Produttore esecutivo Richard Gordon
Casa di produzione Amalgamated Productions
Fotografia Geoffrey Faithfull
Montaggio Peter Mayhew
Musiche Buxton Orr
Scenografia Anthony Masters (art director)
Costumi Emma Selby-Walker, Doris Turner
Trucco Wally Schneiderman, Eileen Warwick
Interpreti e personaggi

Prima dell'anestesia (Corridors of Blood) è un film del 1958 diretto da Robert Day.

È un film drammatico britannico a sfondo horror e thriller con Boris Karloff, Betta St. John e Christopher Lee. È ambientato a Londra nel 1840.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Londra, 1840. Il chirurgo Thomas Bolton (Boris Karloff), tormentato dal dolore che percepiscono i pazienti sottoposti a operazioni, cerca di trovare un composto chimico in grado di alleviare la loro sofferenza. Convinto di avere trovato il rimedio giusto, Bolton convince la direzione dell'ospedale presso cui lavora ad autorizzare una dimostrazione. Purtroppo l'esperimento fallisce, e Bolton decide di andare avanti con gli esperimenti, provando i composti su stesso, nonostante la disapprovazione dei colleghi e i consigli del figlio Johnatan e della nipote Susan. Per ottenere gli ingredienti chimici, Bolton è costretto a stipulare un accordo con Ben, proprietario di una locanda, il quale procura anche cadaveri all'ospedale per le dimostrazioni, dietro pagamenti di denaro. Ben si procura cadaveri facendo soffocare alcuni avventori della locanda - per poter vendere i cadaveri, però, gli occorre un certificato attestante che il decesso è avvenuto per cause naturali, e questo documento deve essere firmato da un medico. In cambio dell'aiuto nel procurare gli ingredienti chimici, Bolton accetta di firmare i certificati.

Nel frattempo Bolton, provando su se stesso i composti chimici, nei quali inserisce sempre più oppio, diventa debole e non riesce più ad operare. Spinto dalla direzione dell'ospedale a prendersi una pausa, Bolton sparisce. La polizia scopre l'accordo tra Bolton e Ben e fa un'irruzione nella locanda dove, nel fuggi fuggi generale, sia Ben che Bolton rimangono uccisi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Robert Day su una sceneggiatura e un soggetto di Jean Scott Rogers, fu prodotto da John Croydon[1] per la Amalgamated Productions[2] e girato nei MGM British Studios a Borehamwood, in Inghilterra,[3] con un budget stimato in 90.000 sterline.[4] Il titolo di lavorazione fu The Doctor of Seven Dials.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film ebbe una distribuzione limitata con il titolo Corridors of Blood nel Regno Unito nel dicembre del 1958 e fu poi redistribuito dal 6 settembre 1962[6] dalla Metro-Goldwyn-Mayer.[2]

Altre distribuzioni:[6]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Rudy Salvagnini (Dizionario dei film horror) "la figura del buon dottore viene tratteggiata con attenzione e umanità, in rapporto alla rigidità e all’egoismo dei colleghi" così come viene descritta molto bene la differenza tra le classi sociali nella Londra del XIX secolo. A parte questi pregi, però, la trama risulta prevedibile mentre Karloff risulterebbe "sontuoso".[7] Secondo Leonard Maltin il film è "mediocre".[8]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

La tagline è: "Tops in Terror!".[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 31 maggio 2013.
  2. ^ a b (EN) IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 31 maggio 2013.
  3. ^ (EN) IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 31 maggio 2013.
  4. ^ (EN) IMDb - Box office / incassi. URL consultato il 31 maggio 2013.
  5. ^ (EN) American Film Institute. URL consultato il 31 maggio 2013.
  6. ^ a b (EN) IMDb - Date di uscita. URL consultato il 31 maggio 2013.
  7. ^ MYmovies. URL consultato il 31 maggio 2013.
  8. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009, Dalai editore, 2008, p. 1609, ISBN 8860181631. URL consultato il 31 maggio 2013.
  9. ^ (EN) IMDb - Tagline. URL consultato il 31 maggio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema