Prilly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prilly
città
Prilly – Stemma
Prilly – Veduta
Prilly nel 1960
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Waadt matt.svg Vaud
DistrettoOuest lausannois
Amministrazione
Lingue ufficialiFrancese
Territorio
Coordinate46°32′04″N 6°36′18″E / 46.534444°N 6.605°E46.534444; 6.605 (Prilly)Coordinate: 46°32′04″N 6°36′18″E / 46.534444°N 6.605°E46.534444; 6.605 (Prilly)
Altitudine481 m s.l.m.
Superficie2,17 km²
Abitanti12 063 (2016)
Densità5 558,99 ab./km²
FrazioniLa Fleur-de-Lys, Le Chasseur, L'Union
Comuni confinantiJouxtens-Mézery, Losanna, Renens, Romanel-sur-Lausanne
Altre informazioni
Cod. postale1008
Prefisso021
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS5589
TargaVD
Nome abitantiprilliérans
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Prilly
Prilly
Prilly – Mappa
Sito istituzionale

Prilly (toponimo francese) è un comune svizzero di 12 063 abitanti del Canton Vaud, nel distretto dell'Ouest lausannois; ha lo status di città e si trova nella parte occidentale dell'agglomerato urbano di Losanna[1].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Martino
  • Chiesa riformata di San Martino, attestata dal 1228 e ricostruita nel 1765-1766[1];
  • Chiesa cattolica del Buon Pastore, eretta nel 1960[1].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Vi ha sede il Bobst Group, azienda che produce macchine per l'industria degli imballaggi.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Svizzera Giubiasco, dal 2003[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Michel Depoisier, Prilly, 16 luglio 2010, Dizionario storico della Svizzera. URL consultato il 7 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146646925 · GND (DE4551816-6 · WorldCat Identities (EN146646925
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera