Priest Lauderdale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Priest Lauderdale
Priest loderdale.JPG
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Bulgaria Bulgaria
Altezza 224 cm
Peso 147 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Centro
Ritirato 2011
Carriera
Giovanili
1989-1993Carver High School
1993-1994CSU Marauders
Squadre di club
1995-1996Peristeri
1996-1997Atlanta Hawks 35 (111)
1997-1998Denver Nuggets 39 (144)
2000Gr. Rapids Hoops
2000Fort Wayne Fury 17
2001Gaiteros
2002Apollon Limassol
2002-2005Akademik Sofia
2005-2006Al-Ittihad Gedda
2006Saba Mehr Qazvin
2007Al-Ittihad Gedda
2007Al-Nasr
2008Al-Hilal Riyad
2008Shandong G. Lions 15
2008-2009Mahram Tehran
2010Duhok
2010Čern. Burgas9
2011Levski Sofia
2011Buc. de La Guaira
2011Chabab Zahle
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Priest Lamar Lauderdale (Chicago, 31 agosto 1973) è un ex cestista statunitense naturalizzato bulgaro, professionistra nella NBA, in Sudamerica, Europa e Asia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Pivottone di 224 cm, inizia a calcare i parquet dell'NBA dal 1996, stesso anno in cui viene scelto dagli Atlanta Hawks al primo giro del draft (28ª scelta). La sua ultima presenza in NBA risale all'aprile 1998, quando termina la stagione coi Denver Nuggets ad un minutaggio medio di 8,8 minuti a partita. Gli stessi Nuggets lo rilasciano ufficialmente nel gennaio 1999, con i Chicago Bulls che lo firmano qualche giorno dopo senza però fargli fare apparizioni in campo.

Nel 2000 milita in CBA, mentre nel marzo 2001 si accorda col Real Madrid ma non supera le visite mediche. Quindi inizia a girare il mondo con le parentesi in Venezuela ai Gaiteros del Zulia ed a Cipro con l'Apollon Limassol.

Dal 2002 firma coi bulgari dell'Academic Sofia, restandovi a lungo tanto da ottenere il passaporto bulgaro nel 2004:[1] durante questo periodo ha vinto numerosi titoli nazionali, giocando anche l'ULEB Cup in campo europeo. Nel 2005 vola in Arabia Saudita giocando per l'Al-Ittihad di Gedda.[2] Un anno più tardi è di scena in Iran, al Saba Battery.[3]

Quindi si divide tra Emirati Arabi, ancora Arabia Saudita, e Cina. Nel 2008 approda in Iran vincendo il campionato, nel 2010 in Iraq per poi fare ritorno in Bulgaria.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Academic Sofia: 2003, 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]