Pressing (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pressing
Paese Italia
Anno 1990-1999
Genere sportivo
Edizioni 8
Durata 110 min
Lingua originale italiano
Crediti
Conduttore
Ideatore Marino Bartoletti
Regia Giancarlo Giovalli
Autori Giambattista Avellino, Marino Bartoletti
Scenografia
Casa di produzione RTI
Rete televisiva Italia 1

Pressing è stato un programma televisivo italiano di approfondimento calcistico trasmesso la domenica su Italia 1 dal 9 settembre 1990 al 23 maggio 1999, inizialmente in prima serata e in seguito in seconda serata. Presentato nella prima edizione da Marino Bartoletti, nelle successive è stato condotto da Raimondo Vianello.

La trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Il programma nasce come erede della rubrica sportiva domenicale A tutto campo, che andava in onda su Capodistria (allora controllata da Fininvest) nelle due stagioni precedenti (nel 1988-89 condotto da Gigi Garanzini con la collaborazione di Giorgio Tosatti e Roberto Bettega, e nel 1989-90 condotto da Sandro Piccinini) la domenica in prima serata.

La trasmissione, nel primo ciclo, è andata in onda per nove edizioni, dal 9 settembre 1990 al 23 maggio 1999. La prima edizione è stata condotta da Marino Bartoletti, affiancato dal comico Teo Teocoli e dalla showgirl Kay Sandvick, mentre dalla seconda edizione Raimondo Vianello prende le redini del programma, affiancato inizialmente ancora una volta da Kay Sandvick, e in seguito da Lu-Ann Nadeau, Karin Nimatallah, Antonella Elia, Miriana Trevisan ed Elenoire Casalegno.

Il programma è andato in onda in prima serata la domenica su Italia 1, per poi essere spostato alla seconda serata scontrandosi con lo storico programma calcistico RAI La domenica sportiva.

Si trattava di un classico talk show calcistico, che analizzava i gol e la cronaca della domenica calcistica con interviste e analisi delle partite insieme a un gruppo di opinionisti in studio. Successivamente la trasmissione fu divisa in due parti: la prima in cui veniva analizzata la cronaca calcistica, insieme a Bruno Longhi, e la seconda dedicata agli approfondimenti, curati da Giorgio Tosatti e in seguito da Massimo De Luca, e alla moviola di Maurizio Pistocchi.

Tra gli storici opinionisti in studio, i calciatori Giorgio Chinaglia, Stefano Tacconi, Salvatore Bagni, Aldo Serena e Giovanni Galli.

La scenografia dello studio dal 1990 al 1995 è stata realizzata da Filippo Panseca. Quella dal 1995 al 1999 da Eugenio Falascone.

Il programma nella sua formula originale, a partire dalla stagione televisiva 1999-2000, è stato sostituito da Controcampo, andato in onda alternativamente sino al 2012 su Italia 1 e su Rete 4.

Dalla stagione 1999-2000 il marchio viene ripreso da un altro programma, Pressing Champions League, in onda il martedì e/o il mercoledì in seconda serata, con servizi dedicati al dopogara delle partite della principale competizione calcistica europea per club. Condotto da Massimo De Luca (uno dei cronisti nelle ultime edizioni del Pressing tradizionale), vedeva riconfermato alla moviola Maurizio Pistocchi, e come opinionista d'eccezione l'ex conduttore del primo ciclo, Raimondo Vianello. Presenza femminile fu nelle ultime edizioni Alessia Fabiani. Con questa formula, la trasmissione andò in onda per sette edizioni, fino alla stagione 2005-2006, finché la RAI si aggiudicò per la stagione successiva i diritti TV della Champions League.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Precedente Telegatto come "Miglior trasmissione sportiva" Successivo
90º minuto 1992 Mai dire gol