Press (Paul McCartney)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Press
ArtistaPaul McCartney
Tipo albumSingolo
Pubblicazione14 luglio 1986
Album di provenienzaPress to Play
Dischi1
Tracce2 (7");
3 (10");
4 (12")
GenereSynth pop
Rock elettronico
Elettropop
EtichettaEMI/Parlophone
ProduttorePaul McCartney
Hugh Padgham
Formati7"
10"
12"
NoteStati Uniti #21; Regno Unito #25
Singoli di Paul McCartney - cronologia
Singolo precedente
Spies Like Us/My Carnival
(1985)
Singolo successivo
Pretty Little Head/Angry/Write Away
(1986)
Press
ArtistaPaul McCartney
Autore/iPaul McCartney
GenereSynth pop
Pubblicazione
IncisionePress to Play
Data1º settembre 1986
EtichettaEMI/Parlophone
Durata4:43
Press to Play – tracce

Press è una canzone di Paul McCartney, apparsa sull'album Press to Play del 1986 e pubblicata come singolo (b-side: It's No True; b-side aggiuntiva: Hanglide)[1]. Il critico musicale Stephen Thomas Erlewine di AllMusic ha commentato il pezzo come un synth pop terrificante ed eccessivamente leggero, guidato dalla drum machine[2].

Il singolo[modifica | modifica wikitesto]

L'SP, estratto dall'album due mesi prima della sua pubblicazione, ebbe svariate versioni[1]:

  • la prima versione da 7" venne pubblicata unicamente nel Regno Unito il 14 luglio 1986, e conteneva il mixaggio di Press, realizzato da Hugh Padgham, della durata di 3:55, sebbene sia indicato, sul retro-copertina, la lunghezza di 4:20; il lato B, It's No True, durava 4:31[1]
  • nella stessa data, venne pubblicato il singolo da 12"; al lato A era presente il mixaggio di Bevans-Forward, della durata di 3:35, una versione estesa della b-side, realizzata da Julian Mendelsohn, lunga 5:51, un altro lato B, Hanghlide (5:18), ed, infine, un altro mixaggio dell'a-side, sempre del duo Bensas-Forward[1]
  • il 21 dello stesso mese, ci fu una nuova pubblicazione dell'SP da 7", che differiva dal precedente per comprendere un mix del lato A accreditato a Bevans/Forward, ed indicato come "Video Edit"[1]
  • il 18 agosto venne pubblicato, in un'edizione limitata di sole seimila copie, un SP da 10", contenente lo stesso mixaggio di Press del singolo da 7", e, come lato B, la versione di It's No True mixata da Mendolsohn[1]

Anche le copertine di questi dischi avevano delle leggere differenze, e quella del 12" aveva un adesivo dove era indicata la durata complessiva dell'album, ovvero ben 23 minuti[1].

Il singolo arrivò alla 21ª posizione di Billboard Hot 100[3] ed alla 25ª delle classifiche britanniche, ma venne eliminato dal catalogo il 31 ottobre 1987. Per promuoverlo, il 16 giugno, nella Metropolitana di Londra, venne girato un videoclip, diretto da Philip Davey; in esso, McCartney finge di cantare il brano nella Jubilee line, ed è a metà strada fra Charing Cross e Swiss Cottage[1].

Tracce singolo[modifica | modifica wikitesto]

7"[modifica | modifica wikitesto]

Lato A

  1. Press (Video Soundtrack
    Remix (Solo Regno Unito))
    – 4:43 (McCartney)

Lato B


  1. It's No True – 4:31 (McCartney)

12"[modifica | modifica wikitesto]

Lato A

  1. Press (Video Soundtrack) – 5:17 (McCartney)
  2. It's No True (Remix) – 5:45 (McCartney)

Lato B

  1. Hanglide – 4:40 (McCartney)
  2. Press (Dubmix) – 6:30 (McCartney)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Graham Calkin, Paul McCartney - Press b/w It's No True, JPGR. URL consultato il 30 giugno 2014.
  2. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Press to Play - Paul McCartney, AllMusic. URL consultato il 30 giugno 2014.
  3. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Paul McCartney - Awards, AllMusic. URL consultato il 30 giugno 2014.