Presbytis potenziani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Presbite delle Mentawai
Immagine di Presbytis potenziani mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Superfamiglia Cercopithecoidea
Famiglia Cercopithecidae
Sottofamiglia Colobinae
Tribù Presbytini
Genere Presbytis
Specie P. potenziani
Nomenclatura binomiale
Presbytis potenziani
(Bonaparte, 1856)
Sinonimi

Presbytis chrysogaster

Il presbite delle Mentawai (Presbytis potenziani (Bonaparte, 1856)), è un primate della famiglia dei Cercopitecidi[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È endemico delle Isole Mentawai, in Indonesia, dove vive con due sottospecie (Presbytis potenziani potenziani ePresbytis potenziani siberu).
Il suo habitat naturale è costituito dalle foreste secche subtropicali o tropicali. È minacciato dalla distruzione dell'habitat[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di animali di dimensioni medio-piccole: pesano infatti circa sei chilogrammi e mezzo. Hanno la coda e zampe posteriori lunghe più del corpo. Come tutte le specie di presbite, hanno una caratteristica cresta sulla sommità del cranio. Le due sottospecie vengono distinte in base alla colorazione del pelo: Presbytis potenziani potenziani è di colore giallastro o rossiccio con la cresta e gli avambracci grigi, mentre Presbytis potenziani siberu ha tinte più scure, con dorso ed estremità neri e ventre marrone.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di animali diurni ed arboricoli che vivono in gruppetti familiari di 2-5 esemplari formati da una coppia riproduttrice e dai propri cuccioli: si tratta dell'unica specie di presbiti monogami. I vari gruppi occupano ciascuno un proprio territorio, che nelle zone di confine si sovrappone a quelli di altri gruppi, mentre la zona centrale viene difesa strenuamente con vocalizzazioni territoriali e gesti di minaccia.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di animali erbivori, che si nutrono di foglie giovani e germogli, nutrendosi all'occorrenza anche di frutti, semi e fiori.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Poco si sa sulle modalità riproduttive di questa specie: in luglio o agosto, la femmina mette al mondo un unico cucciolo, che inizialmente è di colore grigiastro.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN red list classifica Presbytis potenziani come specie in pericolo di estinzione[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Colin Groves, Presbytis potenziani, in D.E. Wilson e D.M. Reeder (a cura di), Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, p. 172, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ a b (EN) Whittaker, D. & Mittermeier, R.A. 2008, Presbytis potenziani, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi