Premio Cicognini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Premio Cicognini
LuogoRoma, Italia
Anni2011 – oggi
Fondato daDavide Cavuti
OrganizzazioneCentro Ricerche e Studi Nazionale Alessandro Cicognini

Il Premio Cicognini (abbreviazione di Premio Internazionale Alessandro Cicognini) è un riconoscimento assegnato agli autori di colonne sonore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il premio è intitolato al compositore Alessandro Cicognini (1906-1995), autore di oltre 300 colonne sonore per registi quali Vittorio De Sica, Alessandro Blasetti, Mario Camerini, Luigi Comencini, Mario Monicelli, Steno, Camillo Mastrocinque, David Lean. È stato istituito per volontà del compositore e regista Davide Cavuti ed è strutturato in una serie di attività che premiano non solo i compositori di colonne sonore ma anche i personaggi dello spettacolo e della cultura che si sono distinti in ambito musicale, letterario, cinematografico, teatrale, televisivo e radiofonico. Il riconoscimento viene assegnato durante una cerimonia di premiazione che si svolge a Roma, in collaborazione con il Centro sperimentale di cinematografia[1] di Roma, la Cineteca Nazionale ed è realizzato e prodotto dal Centro Ricerche e Studi Nazionale Alessandro Cicognini.

Il M° Ennio Morricone riceve il “Premio Cicognini” dal direttore Davide Cavuti nel 2017 alla “Sala Trevi” di Roma.

Premio Cicognini[modifica | modifica wikitesto]

Il Maestro Ennio Morricone ha ricevuto il Premio Cicognini nella prestigiosa “Sala Trevi” a Roma[2] il 20 novembre 2017.[1]

Hanno vinto il premio il Maestro Umberto Scipione e il Maestro Manuel De Sica;[3] al "Teatro Sirena" di Francavilla al Mare, il 15 marzo 2019[4] il premio viene assegnato, in una sessione straordinaria, al Maestro Uto Ughi[5] (unico non autore di colonne sonore ad averlo vinto) e sempre nel 2019, il premio è stato vinto dal Maestro Nicola Piovani.[6]

Nel 2020, il premio è stato assegnato al Maestro Bruno Zambrini.[7]

Special Award[modifica | modifica wikitesto]

La cantante Gloria Gaynor riceve lo “Special Award” del “Premio Cicognini”.

La commissione del premio assegna loSpecial Award del Premio Cicognini ai personaggi del mondo della musica e del cinema: il primo Special Award del Premio Cicognini è stato conferito alla cantante Gloria Gaynor e ritirato dall'artista statunitense sul palco di Francavilla al Mare, il 17 agosto 2015, alla fine del suo concerto a cui hanno assistito circa 20.000 spettatori.[8]

Lo “Special Award” del Premio Cicognini è stato, inoltre, vinto dal maestro Scott Henderson (2018),[9] e, nel 2019, dal maestro Russell Ferrante,[10] dal maestro Bob Mintzer[11] (componenti della band americana degli Yellowjackets) e dal maestro Patrick Djivas (PFM).

Nel 2019, è stato vinto dallo sceneggiatore Enrico Vanzina[12] e dall’attore Giancarlo Giannini (2020).[13]

Enrico Vanzina con lo “Special Award” del “Premio Cicognini”.

A dicembre 2016, in una edizione straordinaria della manifestazione, la commissione ha conferito lo Special Award del Premio Cicognini alla memoria di Giorgio Albertazzi e consegnato durante la settimana di proiezioni a lui dedicata e tenutasi a marzo 2017 nella “Sala Trevi” di Roma.[14].

Nel 2018, all'interno degli "Special Award" del Premio Cicognini, per la categoria Premio Note da Oscar, vincono il riconoscimento il cantante Fabio Concato;[15] l'attore e regista Michele Placido;[16] Brenno Placido (come “miglior attore emergente” dell'anno).[17]. Nel 2019, ricevono lo Special Award le attrici Anna Falchi e Violante Placido[18] e il giornalista e storyteller Federico Buffa.[19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]