Prato-Sornico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prato-Sornico
frazione
Prato-Sornico – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Flag of Canton of Tessin.svg Ticino
Distretto Vallemaggia
Comune Lavizzara
Territorio
Coordinate 46°23′47.04″N 8°39′18.72″E / 46.3964°N 8.6552°E46.3964; 8.6552 (Prato-Sornico)Coordinate: 46°23′47.04″N 8°39′18.72″E / 46.3964°N 8.6552°E46.3964; 8.6552 (Prato-Sornico)
Altitudine 754 m s.l.m.
Superficie 38,34 km²
Abitanti 112 (2003)
Densità 2,92 ab./km²
Altre informazioni
Lingue Italiano
Cod. postale 6694
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Prato-Sornico
Prato-Sornico
Prato-Sornico – Mappa

1leftarrow blue.svgVoce principale: Lavizzara.

Prato-Sornico è un ex comune del Canton Ticino, costituitosi nel 1864 con l'unione dei due villaggi di Prato e di Sornico. Il 4 aprile 2004 si è realizzata la fusione con i comuni di Broglio, Brontallo, Menzonio, Fusio e Peccia nel nuovo comune di Lavizzara.

Il patriziato[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale ed ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.[1]

L'ufficio patriziale del patriziato di Prato:

  • Presidente: Antonio Mignami
  • Vice presidente: Efrem Foresti
  • Membro: Michele Mignami
  • Membri supplenti: Elio Mignami - Nadia Poncetta Ceresa
  • La commissione della gestione si compone di 3 membri e 2 supplenti.

I dipendenti del Patriziato:

  • La segretaria: Simona Canepa
  • Il guardaboschi: Giuseppe Mignami

L'ufficio patriziale (esecutivo 2009-2013) del patriziato di Sornico:

  • Presidente Giorgio Cavalli,
  • Vice presidente Marioliva Cavalli
  • Membro Romano Moretti
  • 2 Supplenti Athos Cavalli e Edy Moretti
  • Guardaboschi Edy Moretti
  • Usciere Giaele Cavalli
  • Segretaria Elena Fenini

Cittadini Patrizi: circa 100 di cui 71 votanti

  • Fuochi: 38
  • Famiglie patrizie: Cavalli, Cotti, Fenini, Jelmini, Melia, Mignami, Moretti, Oberti

Persone legate a Prato-Sornico[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Siro Borrani, Il Ticino Sacro. Memorie religiose della Svizzera Italiana raccolte dal sacerdote Siro Borrani prevosto di Losone, Tip. e Libreria Cattolica di Giovanni Grassi, Lugano 1896.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 287, 562.
  • Guglielmo Buetti, Note Storiche Religiose delle Chiese e Parrocchie della Pieve di Locarno, (1902), e della Verzasca, Gambarogno, Valle Maggia e Ascona (1906), II edizione, Pedrazzini Edizioni, Locarno 1969.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 179, 193, 194.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 262.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino