Pranic Healing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.

Il Pranic Healing è una disciplina spirituale elaborata nel XX secolo da Master Choa Kok Sui, ingegnere chimico e uomo d'affari filippino di origine cinese, e pubblicata per la prima volta nel 1987 nel libro Miracoli con il Pranic Healing.

La disciplina comprende tecniche di meditazione e di imposizione delle mani, che possono essere praticate da soli o essere praticate da un operatore, basate sul concetto di prana, ossia un supposto "soffio vitale" presente nell'Universo e nel corpo umano; in particolare, queste tecniche permetterebbero (secondo i promotori della disciplina) di compensare eventuali squilibri del prana all'interno del corpo assorbendo il prana dall'Universo.

Queste tecniche, secondo i promotori del Pranic Healing, potrebbero essere usate come medicina complementare per ottenere la completa guarigione o un valido contributo al miglioramento delle condizioni di salute del paziente; ad oggi non esiste nessuna evidenza di efficacia che possa sostenere questa affermazione.

Le tecniche e le basi filosofiche di questa disciplina prendono spunto (in maggiore o minore misura) dal qi gong, dallo yoga, dalla teosofia e dai Rosa Croce.

Il Pranic Healing non va confuso con la pranoterapia: dal punto di vista operativo quest'ultima è una tecnica consistente nella sola imposizione delle mani del pranoterapeuta sul paziente, mentre il Pranic Healing è una disciplina complessa che comprende diverse tecniche; dal punto di vista filosofico la pranoterapia consiste nel trasferimento del prana dall'operatore al ricevente, mentre nel Pranic Healing l'operatore (che può essere lo stesso ricevente) assorbe il prana dall'ambiente e lo trasferisce nel ricevente.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Introvigne, PierLuigi Zoccatelli; Raffaella Di Marzio, World Pranic Healing Foundation in CESNUR (a cura di), Le religioni in Italia, Religioni e movimenti 51, Elledici, 2006, pp. 714-715, ISBN 88-01-03371-0.