LG Prada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Prada Phone)
Jump to navigation Jump to search
LG Prada Phone (KE850)
Candybar
PRADA Phone by LG (LG-KF900).jpg
ProduttoreLG
Inizio venditaMaggio 2007
Comunicazione
RetiGPRS, EDGE tri-band (900/1800/1900)
Software
SuoneriePolifoniche scaricabili, MP3, con compositore[1]
Fotocamere
Posteriore2,0 megapixel, ottica Schneider-Kreuznach, con autofocus e flash LED[1]
Hardware
Archiviazione8 MB di memoria interna (1000 contatti, 40 chiamate ricevute, 40 inviate e 40 perse memorizzabili), 256 MB di microSD inclusi e fino a 2 GB inseribili nello slot dedicato.[1]
InputSchermo tattile
Batteria
TipoBatteria removibile a ioni di litio da 800 mAh[1]
Display
TipoSchermo tattile capacitivo da 3”, 256 000 colori[1]
Risoluzione240*400 pixel[1]
Touchscreen
Altro
Dimensioni98,8×54×12 mm[1]
Peso85 g[1]
Sito webhttp://www.pradaphonebylg.com/

LG KE850 (conosciuto anche come LG Prada o Prada Phone) è un cellulare con schermo tattile capacitivo prodotto dalla LG Electronics, marchiato da Prada. Il cellulare è stato annunciato per la prima volta il 12 dicembre 2006.[2] Le prime immagini non ufficiali si ebbero il 15 dicembre 2006 su siti come Engadget Mobile.[3] Viene venduto da maggio 2007 e nei primi 18 mesi vende 1 milione di esemplari.[4][5][6]

È stato il primo smartphone con schermo capacitivo ad essere messo sul mercato, precedendo di poco (maggio 2007) l'iPhone (giugno 2007).[7][8] . Però è stato presentato dopo l’iPhone e quindi non può vantarsi di essere stato il primo cellulare con schermo capacitivo. Tuttavia nessuna reale innovazione software ha visto luce sul Prada che anzi adottava un sistema operativo simile ad altri cellulari Lg sino ad allora prodotti, mentre iPhone ha introdotto funzioni rivoluzionarie a lungo ben progettate. Inoltre la presentazione ufficiale del Prada è successiva a quella di iPhone. Su iPhone si ebbero ad esempio pinch to zoom, ovvero pizzicare per ingrandire e diminuire una foto, o il scroll per scorrere la rubrica con un gesto di un dito. Mentre il Prada aveva bottoni virtuali e fisici, nonché una barra laterale per scorrere nella rubrica o in altre parti del cellulare. [1]

Hardware[modifica | modifica wikitesto]

A livello hardware è dotato di connettività GPRS/EDGE triband, Bluetooth 2.0 e porta USB 2.0, videocamera da 2 megapixel con ottica Schneider-Kreuznach, 8 MB di memoria interna e 256 MB inclusi nella microSD, batteria da 800 mAh, schermo tattile capacitivo da 3" e 256 000 colori con risoluzione 240 x 400 pixel.[9]

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il dispositivo funzionava con l'interfaccia utente Flash UI, inviava SMS, EMS, MMS, email, aveva una radio FM, si potevano scaricare sfondi e suonerie, venivano riprodotti file MP3, Word, Excel, PowerPoint, promemoria vocali e aveva un browser Wap 2.0/xHTML.[9]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Controversia con iPhone[modifica | modifica wikitesto]

LG Electronics ha dichiarato che il design e il concept di iPhone sono stati copiati dal primo LG Prada, il KE850. Woo-Young Kwak, responsabile del R & D Center di LG Mobile Handset, ha dichiarato in una conferenza stampa: "Riteniamo che Apple abbia copiato il Prada dopo che il design è stato presentato nel iF Design Award e ha vinto il premio nel settembre 2006. Ciò significa che Apple ha rubato la nostra idea." Copiato piuttosto cosa in voga ad ogni livello industriale[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h https://m.gsmarena.com/lg_ke850_prada-1828.php[collegamento interrotto] |data=marzo 2018 |bot=InternetArchiveBot }}
  2. ^ PuntoCellulare.it, A breve sul mercato il primo cellulare di LG Electronics e Prada, in PuntoCellulare.it. URL consultato il 17 giugno 2017.
  3. ^ The LG KE850: touchable chocolate, su Engadget. URL consultato il 17 giugno 2017.
  4. ^ (EN) Second-gen LG Prada, not the iPhone, rules the fashion cellphone market. URL consultato il 17 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2019).
  5. ^ (EN) LGPradaWatch: Naming of the phone, sales and miscellaneous musings - Mobile Industry Review, in Mobile Industry Review, 20 novembre 2008. URL consultato il 17 giugno 2017.
  6. ^ (KO) http://www.telecomskorea.com/product-6742.html, su www.telecomskorea.com. URL consultato il 17 giugno 2017.
  7. ^ (EN) Vintage Mobiles, in GSM History: History of GSM, Mobile Networks, Vintage Mobiles, 18 novembre 2014. URL consultato il 17 giugno 2017.
  8. ^ Christine Erickson, The Touching History of Touchscreen Tech, su Mashable. URL consultato il 17 giugno 2017.
  9. ^ a b http://m.gsmarena.com/lg_ke850_prada-1828.php[collegamento interrotto]
  10. ^ The iPhone Lawsuits - AppleMatters, su www.applematters.com. URL consultato il 17 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2007).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia