Práxedes Mateo Sagasta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Práxedes Mateo Sagasta (Torrecilla en Cameros, 21 luglio 1825Madrid, 5 gennaio 1903) è stato un politico spagnolo.

Práxedes Mateo Sagasta (1898)

Membro del partito progressista, divenne famoso perché nel 1848 fu l'unico studente che si rifiutò di firmare un manifesto che inneggiava alla regina Isabella II. Dopo i suoi studi di ingegneria, culminati con una laurea ottenuta a Madrid, cominciò una carriera istituzionale che lo avrebbe portato a diventare un protagonista della vita politica iberica.

Presidente della Cortes (il Parlamento spagnolo) dal 1854 al 1857 e dal 1858 al 1863, Sagasta ricoprì la carica di Presidente del Governo otto volte tra il 1870 e il 1902 durante il regno di Alfonso XII e di Alfonso XIII.

Era conosciuto per le sue ottime qualità oratorie, che gli permisero di passare quasi indenne la disastrosa sconfitta nella guerra ispano-americana, scoppiata nel 1898 durante la sua presidenza.

Massone, fu Gran maestro del Grande Oriente di Spagna dal 1876 al 1881[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN72203065 · ISNI (EN0000 0000 5932 8722 · LCCN (ENn96078460 · GND (DE119392291 · BNF (FRcb144927987 (data)