Potato Head Blues

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Potato Head Blues
Artista Louis Armstrong
Autore/i Louis Armstrong
Genere Jazz
New Orleans jazz
Edito da Okeh Records
Data 1927
Durata 2 min : 58 s
Note Registrato il 10 maggio 1927, Chicago, Illinois, Stati Uniti

Potato Head Blues è uno standard jazz composto da Louis Armstrong nel 1927 circa.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Il brano strumentale venne inciso dalla jazz-band Louis Armstrong and his Hot Seven, costituita da Armstrong, sua moglie Lil Hardin, Johnny Dodds, John Thomas (che aveva da poco preso il posto di Kid Ory al trombone), Johnny St. Cyr, Pete Briggs, e Baby Dodds, il 10 maggio 1927[1] per l'etichetta Okeh Records di Chicago, Illinois. La registrazione si svolse durante una settimana particolarmente proficua musicalmente nella quale l'abituale band di Armstrong, gli Hot Five, si era allargata da cinque a sette membri per l'aggiunta di Pete Briggs al basso-tuba e Baby Dodds alla batteria, diventando gli Hot Seven; in cinque sedute in studio il gruppo incise ben dodici nuovi pezzi.

Anche se non propriamente un "blues" vero e proprio, la struttura degli accordi della composizione è quella di un blues in 32 battute alla stessa maniera del brano (Back Home Again in) Indiana. L'inciso vede un notevole lavoro al clarinetto da parte di Johnny Dodds, e il celeberrimo assolo di tromba di Armstrong nella seconda parte del brano.

Il critico Thomas Ward definì questa registrazione "uno dei momenti più stupefacenti nell'intera storia della musica del ventesimo secolo".

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel film Manhattan del 1979, il personaggio interpretato da Woody Allen cita l'incisione del '27 di Potato Head Blues di Armstrong, come una delle cose per cui valga la pena vivere.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Louis Armstrong, in his own words: selected writings (EN)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]