Postcrossing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Postcrossing
Logo
URL
Tipo di sito Project Website
Lingua Inglese
Proprietario Paulo Magalhães
Creato da Paulo Magalhães
Lancio 14 luglio 2005
Slogan "send a postcard and receive a postcard back from a random person somewhere in the world!"

Il Postcrossing è un progetto, ispirato al bookcrossing, creato dal portoghese Paulo Magalhães per permettere alle persone di ricevere cartoline da tutto il mondo. Ogni volta che un utente spedisce una cartolina ad un altro utente e questa viene registrata, la prima persona riceverà a sua volta una cartolina da un altro utente ancora diverso. Per confermare l'effettivo arrivo di una cartolina, quest'ultima viene registrata sul sito www.postcrossing.com e vi è la possibilità di generare una mappa delle cartoline inviate e ricevute.

La lingua ufficiale di postcrossing è l'inglese, e conoscerlo almeno a livello base è indispensabile per muoversi nel sito e riuscire a comunicare con gli altri iscritti

Il progetto[modifica | modifica wikitesto]

Postcrossing fu creato quasi per gioco dal portoghese Paulo Magalhães nel luglio 2005. Amando collezionare cartoline e sapendo di altri con il suo stesso hobby, nel suo tempo libero Paulo creò il sito ospitandolo su un vecchio computer a casa sua.[1] Il progetto ebbe un successo inaspettato, diffondendosi ben presto anche in altri paesi e ricevendo l'attenzione dei media.

Da allora la crescita di postcrossing è stata rapidissima: a tre anni dalla nascita poteva contare su 50.000 membri di 182 paesi diversi.
Il 27 gennaio 2012, si è toccata la soglia delle 10 milioni di cartoline spedite, mentre il raggiungimento del traguardo della quindicimilionesima cartolina è stato raggiunto il 31 dicembre 2012. In meno di un anno, il 29 ottobre 2013, è stata registrata la cartolina numero 20 milioni.
In data 28 marzo 2017 si è superata la soglia di 672.300 membri provenienti da 207 paesi e le cartoline inviate e quindi ricevute grazie al progetto, risultano essere più di 40.717.200.

Venerdì 15 febbraio 2008 il sito ha lanciato una nuova grafica ricca di novità, come una mappa più precisa del luogo dove si trovano i vari utenti e la possibilità in inserire una propria foto. È stato inoltre introdotto il Postcards wall, ossia la possibilità di caricare sul sito le cartoline spedite e ricevute, mostrandole così agli altri utenti. Inoltre è possibile visualizzare su un planisfero tutte le cartoline inviate e ricevute dall'utente, visualizzando il percorso in linea d'aria effettuato da ognuna di esse.

Il 4 ottobre 2012, il logo ufficiale è stato sostituito: la nuova grafica del logo rappresenta la scritta postcrossing rappresentata da undici francobolli colorati in alternanza di rosso e blu, ognuno dei quali contiene una lettera del logo.

Come funziona[modifica | modifica wikitesto]

Lo slogan di postcrossing recita “send a postcard and receive a postcard back from a random person somewhere in the world! ”[2] e l'idea di fondo del progetto è proprio che per ogni cartolina che un membro spedisce ne riceverà una da un altro utente (o postcrosser) a caso da qualche parte del mondo.

La prima cosa da fare è registrarsi al sito (l'iscrizione è gratuita) e compilare il proprio profilo. A questo punto è possibile richiedere di spedire una cartolina, e si riceverà un messaggio con l'indirizzo postale di un altro membro ed un codice identificativo (postcard ID). Il codice è composto da due lettere indicanti lo stato e un numero sequenziale (ad esempio IT-1234) e serve per identificare in modo univoco una cartolina. Spedendo la cartolina è importante scrivere il proprio postcard ID su di essa. In questo modo chi la riceverà potrà registrarla sul sito, e a quel l'indirizzo di chi ha spedito la cartolina sarà comunicato ad un altro postcrosser in modo che a sua volta potrà ricevere una cartolina. Non è possibile sapere chi sarà ad inviare la cartolina o da quale paese provenga, per cui quello che si riceverà sarà una sorpresa. Si può decidere se ricevere anche cartoline di propri connazionali oppure no.

È possibile, compilando il proprio profilo, dare delle indicazioni sul tipo di cartoline preferite (ad esempio paesaggi, monumenti, animali…) in modo che chi deve spedirla abbia qualche indicazione su cosa scegliere per andare sul sicuro. È bene però non dare indicazioni troppo specifiche, per non mettere in difficoltà gli altri utenti non in grado di trovare quel tipo di cartoline.

Inizialmente ogni membro può avere al massimo 5 cartoline in viaggio nello stesso momento. Ogni volta che una cartolina viene registrata si ha la possibilità di richiedere un altro indirizzo. Il numero di cartoline che è possibile spedire contemporaneamente cresce a seconda di quante se ne sono già spedite. Dopo aver spedito 5 cartoline sarà possibile averne fino a 6 in viaggio nello stesso momento, dopo 15 cartoline spedite e registrate si potranno richiedere fino a 7 indirizzi per volta e così via. Può capitare, ovviamente, che alcune della cartoline spedite non arrivino mai a destinazione (smarrimenti durante la spedizione, riceventi che hanno deciso di non partecipare più…). In ogni caso se una cartolina non viene registrata dopo 60 giorni “scade” e si può richiedere un nuovo indirizzo.

Il forum[modifica | modifica wikitesto]

Oltre al metodo ufficiale di scambio di cartoline il sito dispone anche di un forum nel quale gli iscritti possono parlare tra di loro dei diversi aspetti del progetto e accordarsi per scambi privati.

Il forum comprende sezioni destinate a giochi come i "tag" (catene nelle quali ogni utente deve spedire una cartolina o un altro oggetto alla persona che partecipa immediatamente prima o dopo di lui), i "round robin" (piccoli gruppi in cui ogni persona spedisce a tutti gli altri partecipanti) o i "bingo" (giochi in cui i partecipanti cercando di raggiungere un obbiettivo concordato, come ricevere cartoline da tutte le regioni di un paese o da tutti i paesi di comincino con una stessa lettera).

Esistono anche sezioni dedicate ai collezionisti, dove è possibile richiedere e offrire cartoline di particolari temi e prodotti filatelici come francobolli, FDC (First Day Cover) o Busta Primo Giorno o Maximum cards. Tra i temi più popolari vi sono le cartoline che mostrano i luoghi considerati patrimonio dell'umanità dall'Unesco, per l'educazione, la scienza e la cultura.

Il forum comprende infine sezioni dove cercare amici di penna o dove è possibile discutere di temi inerenti al progetto o anche di altri argomenti.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

A marzo 2017, Postcrossing conta oltre 672.300 membri. Tra i paesi meglio rappresentati vi sono la Russia (circa 83 488 iscritti, poco più del 12% del totale), Taiwan (oltre 76 200 iscritti) e la Cina (circa 62 693 iscritti).[3] Il numero di utenti non corrisponde però necessariamente al numero di cartoline inviate. Vi sono quindi paesi meno rappresentati, ma in media più attivi. Ad esempio gli utenti finlandesi sono un terzo di quelli statunitensi; eppure hanno inviato un numero di cartoline di poco inferiore.

Paese Iscritti (28 marzo 2017)
1. Russia Russia 83 488
2. Taiwan Taiwan 76 296
3. Cina Cina 62 693
4. Stati Uniti Stati Uniti 62 373
5. Germania Germania 47 582
6. Paesi Bassi Paesi Bassi 38 175
7. Polonia Polonia 30 441
8. Bielorussia Bielorussia 27 100
9. Ucraina Ucraina 24 935
10. Finlandia Finlandia 20 068
11. Rep. Ceca Rep. Ceca 18 667

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Al 20 gennaio 2009 al progetto erano registrati 80 499 membri da 192 paesi differenti e 1 843 727 cartoline erano già state spedite e ricevute.

Al 25 gennaio 2010 gli utenti registrati erano 154 944, quasi raddoppiati rispetto all'anno precedente, provenienti da 206 paesi differenti; le cartoline spedite erano 3 631 933, anch'esse quasi raddoppiate rispetto allo stesso periodo del 2009.

Al 28 marzo 2017 il progetto conta 672 395 utenti registrati provenienti da 207 paesi. Le cartoline registrate sono 40 717 233.[4][5]

Paese Cartoline spedite (20 gennaio 2009) Cartoline spedite (25 gennaio 2010) Cartoline spedite (28 marzo 2017)
1. Germania Germania 239 265 458 745 5 656 389
2. Russia Russia 25 006 85 694 4 754 411
3. Stati Uniti Stati Uniti 271 963 511 237 4 127 973
4. Paesi Bassi Paesi Bassi 406 142 667 482 3 504 550
5. Finlandia Finlandia 117 204 252 319 2 771 762
6. Bielorussia Bielorussia ... ... 1 843 900
7. Taiwan Taiwan ... ... 1 831 931
8. Cina Cina 32 032 118 710 1 784 841
9. Ucraina Ucraina 51 402 101 996 1 301 765
10. Polonia Polonia 14 467 52 499 1 117 636
11. Rep. Ceca Rep. Ceca 18 260 40 291 1 037 485
12. Giappone Giappone 47 906 83 579 869 780
13. Regno Unito Regno Unito ... ... 794 397
14. Francia Francia 37 093 69 790 750 617
15. Canada Canada 42 672 79 588 647 879
16. Australia Australia 29 992 57 708 502 034
17. Lituania Lituania ... ... 489 328
18. Belgio Belgio 23 986 47 415 465 525
19. Portogallo Portogallo 57 629 91 722 452 997
20. Hong Kong Hong Kong 10 035 22 090 424 122
21. Spagna Spagna 31 583 58 104 409 094
22. Italia Italia 30 447 65 974 368 247
23. Brasile Brasile 40 482 71 332 356 398
24. Malesia Malesia 24 094 43 513 325 920
25. Svizzera Svizzera 21 429 40 841 314 760
26. Austria Austria 12 113 27 975 296 754
27. Lettonia Lettonia ... ... 234 243
28. Turchia Turchia ... ... 228 569
29. Singapore Singapore 11 436 19 655 214 522
30. Estonia Estonia 35 535 57 619 211 919
31. Thailandia Thailandia ... ... 200 525
32. India India ... ... 189 641
33. Indonesia Indonesia ... ... 153 912
34. Nuova Zelanda Nuova Zelanda 20 355 29 499 148 348
35. Corea del Sud Corea del Sud ... ... 142 822
36. Slovenia Slovenia ... ... 135 335
37. Norvegia Norvegia 16 523 26 415 134 496
38. Irlanda Irlanda ... ... 127 005
39. Romania Romania ... ... 122 085
40. Svezia Svezia ... ... 119 336

I francobolli[modifica | modifica wikitesto]

Il francobollo emesso dalle poste russe nel 2015
Il francobollo emesso dalle poste bielorusse nel 2014

L'11 ottobre 2011 PostNL, l'operatore postale ufficiale dei Paesi Bassi, ha emesso una serie di dieci francobolli dedicati al Postcrossing. Negli anni successivi gli operatori postali di diverse altre nazioni hanno deciso di dedicare dei francobolli al progetto. I francobolli emessi fino ad ora sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hilary Faxon, Intervista in inglese a Paulo Magalhães, fondatore di Postcrossing.com, shanghaiist.com, 17 luglio 2008. URL consultato il 1 gennaio 2009.
  2. ^ Paulo Magalhães, Postcrossing, postcrossing.com.
  3. ^ Paulo Magalhães, Countries in Postcrossing, postcrossing.com.
  4. ^ User stats 1 February 2016, web.archive.org.
  5. ^ Postcard stats 1 February 2016, web.archive.org.
  6. ^ (EN) The Postcrossing stamp launch, postcrossing.com.
  7. ^ (EN) New Postcrossing stamps... from Finland!, postcrossing.com.
  8. ^ (EN) Lithuania Post to Release a Stamp for Postcrossing, stampnews.com.
  9. ^ (EN) A new Postcrossing stamp, from Belarus!, postcrossing.com.
  10. ^ (EN) A new Postcrossing stamp... from Guernsey!, postcrossing.com.
  11. ^ (EN) A new Postcrossing stamp... from Russia!, postcrossing.com.
  12. ^ (EN) A new Postcrossing stamp... from Slovenia!, postcrossing.com.
  13. ^ (EN) A new Postcrossing stamp... from Czech Republic!, postcrossing.com.
  14. ^ (EN) A new Postcrossing stamp... from Ukraine!, postcrossing.com.
  15. ^ (EN) Postcrossing stamp from Bulgaria, stamps.dir.bg.
  16. ^ (EN) Postcrossing as the most up-to-date hobby… One new bright stamp released by Rusmarka, stampnews.com.
  17. ^ (EN) New Postcrossing stamps from the Netherlands!, postcrossing.com.
  18. ^ (EN) A new Postcrossing stamp... from Austria!, postcrossing.com.
  19. ^ (EN) Postcrossing turns 11... plus 2 new stamps coming out today!, postcrossing.com.
  20. ^ (EN) Postcrossing turns 11... plus 2 new stamps coming out today!, postcrossing.com.
  21. ^ (EN) postcrossing.com, https://www.postcrossing.com/blog/2017/01/04/a-new-postcrossing-stamp-from-belarus .
  22. ^ (EN) postcrossing.com, https://www.postcrossing.com/blog/2017/02/22/a-new-postcrossing-stamp-from-romania .

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Internet Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet