Postal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Postal (disambigua).
Postal
comune
Postal/Burgstall
Postal – Stemma
Postal – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaStemma Südtirol.svg Bolzano
Amministrazione
SindacoOthmar Unterkofler (SVP) dal 10-5-2015 (2º mandato)
Territorio
Coordinate46°36′N 11°12′E / 46.6°N 11.2°E46.6; 11.2 (Postal)Coordinate: 46°36′N 11°12′E / 46.6°N 11.2°E46.6; 11.2 (Postal)
Altitudine270 m s.l.m.
Superficie6,69 km²
Abitanti1 858[2] (31-12-2015)
Densità277,73 ab./km²
Comuni confinantiGargazzone, Lana, Meltina, Merano, Verano
Altre informazioni
Cod. postale39014
Prefisso0473
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT021066
Cod. catastaleG936
TargaBZ
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 831 GG[3]
Nome abitantipostalesi/Burgstaller[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Postal
Postal
Postal – Mappa
Il territorio comunale
Sito istituzionale

Postal (Burgstall in tedesco) è un comune italiano di 1 858 abitanti della provincia autonoma di Bolzano in Trentino-Alto Adige.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si estende lungo l'argine destro della Val d'Adige, nel cosiddetto Burgraviato, 8 km a sud di Merano e una ventina di km a nord di Bolzano, lungo la Superstrada ME-BO.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo è attestato come Purchstal nel 1217-1235, come Purckstal nel 1325 e come Burgstall nel 1780 e deriva dal tedesco Burgstall ("luogo fortificato"), che in dialetto trentino divenne Postàl.[4][5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Postal fu eretta dal conte Volkmar di Burgstall (l'antesignano dei conti Spaur) a difesa del castello, che oggi è solo un rudere. Intorno ad essi, sono stati costruiti la chiesa e, molto più tardi, l'edificio scolastico. Le abitazioni storiche si trovano su un pendio, perché nel Medioevo la valle era ancora paludosa. Il centro del paese si è col tempo spostato verso il fondovalle, grazie alle bonifiche del terreno umido sin dal XIX secolo, che hanno permesso l'uso frutticolo della zona.

Postal alla fine della prima guerra mondiale faceva parte del distretto di Merano ed apparteneva al suo tribunale distrettuale.

Dal 1958 il villaggio è raggiungibile con la funivia di Verano, che collega tale località a Verano. Questa, costruita nel 1958, è stata rinnovata nell'anno 2000 e in seguito nel 2017.[6] È annoverata per le sue linee esteriori e le attrezzature tecniche d'avanguardia di cui è dotata, tra le più moderne funivie d'Europa, essendo fornita di un sistema di controllo che consente ad una sola persona di azionarla e permette nel contempo la videosorveglianza dell'intero tragitto.

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma raffigura uno sparviero che sta per spiccare il volo, il tutto su uno sfondo argenteo. È l'insegna del Cavalieri di Burgstall, lo stemma è stato concesso nel 1966.[7]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Ripartizione linguistica[modifica | modifica wikitesto]

La sua popolazione è per tre quarti di madrelingua tedesca, un quarto di madrelingua italiana:

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Astat Censimento della popolazione 2011 - Determinazione della consistenza dei tre gruppi linguistici della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige - giugno 2012
76,61% madrelingua tedesca
22,78% madrelingua italiana
0,61% madrelingua ladina

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Martin Ganthaler SVP Sindaco
2010 in carica Othmar Unterkofler SVP Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AA. VV., Nomi d'Italia. Origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Novara, Istituto geografico De Agostini, 2006, p. 506.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano, Athesia, 1995, p. 68. ISBN 88-7014-634-0
  5. ^ AA.VV., Nomi d'Italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004
  6. ^ Servizio funivia Postal/Verano
  7. ^ (EN) Heraldry of the World: Burgstall-Postal
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN593145858109523021979 · GND: (DE7564298-0
Alto Adige Portale Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alto Adige