Porygon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porygon
Porygon
Porygon

Nomi registrati in altre lingue
Giapponese ポリゴン Porigon
Tedesco Porygon
Francese Porygon
Pokédex
Colore Rosa
Classico 137
Johto 215
Hoenn 292
Sinnoh 192
Caratteristiche
Categoria Pokémon Virtuale
Altezza 80 cm
Peso 36,5 kg
Generazione Prima
Evolve in Scambio Porygon2 2
Stato Base
Tipo Normale
Abilità Traccia
Download
Ponderazione
Legenda · progetto Pokémon

Porygon (in giapponese ポリゴン Porigon, in tedesco e francese Porygon) è un Pokémon della Prima generazione di tipo Normale. Il suo numero identificativo Pokédex è 137.

Il Pokémon è protagonista dell'episodio Dennō Senshi Porygon (でんのうせんしポリゴン?), censurato in tutto il mondo a causa dei circa 700 casi di epilessia registrati in Giappone durante la prima messa in onda della puntata, trasmessa il 16 dicembre 1997.[1][2][3] Nel corso di un'intervista, Maddie Blaustein ha confermato che l'episodio è stato doppiato in inglese dalla 4Kids Entertainment, sebbene non sia mai stato trasmesso negli Stati Uniti d'America.[4]

Porygon è tuttavia visibile in un episodio successivo ed all'inizio di uno dei lungometraggi, sebbene le sue evoluzioni non siano mai apparse nella serie animata.[5][6][7]

A Porygon sono assegnati due strumenti: Upgrade (アップグレード? Up-Grade) e Dubbiodisco (あやしいパッチ? Dubious Disc). Entrambi gli oggetti permettono al Pokémon di evolversi in seguito ad uno scambio rispettivamente in Porygon2 (Pokémon della seconda generazione) ed in Porygon-Z (Pokémon appartenente alla quarta).

Il Pokémon è assente nel videogioco Pokémon Mystery Dungeon Squadra Blu.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome deriva dall'unione delle parole inglesi polygon (poligono) e origami.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Origami

Porygon è basato sugli origami. Il suo aspetto ricorda quello di un oggetto realizzato con un software di computer grafica 3D. Gli strumenti che permettono l'evoluzione del Pokémon, Upgrade e Dubbiodisco, sono ispirati sui CD-ROM.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Si evolve in Porygon2 se scambiato con lo strumento Upgrade e, successivamente, evolve in Porygon-Z se scambiato con lo strumento Dubbiodisco.

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosso/Blu/VerdeFoglia/Y: Formato per intero da codici programmatici può muoversi liberamente nel ciberspazio.
  • Giallo: Per gli esperti è l'unico Pokémon che potrà andare nello spazio, ma nessuno sa ancora come e quando.
  • Oro: È un Pokémon creato dall'uomo. Non avendo bisogno di respirare, è utilizzato in ogni tipo di ambiente.
  • Argento: Un Pokémon creato dall'uomo, risultato di una ricerca. Esegue solo i movimenti principali.
  • Cristallo: È un Pokémon artificiale, nato dalla ricerca. Può solo eseguire ciò che è previsto dal programma.
  • RossoFuoco: Le tecnologie più avanzate hanno finalmente permesso agli scienziati di creare il primo Pokémon artificiale.
  • Rubino/Zaffiro: Porygon è in grado di regredire ai suoi codici di programmazione originari ed entrare nel ciberspazio. Questo Pokémon è dotato di un sistema anti-pirateria per evitarne la duplicazione illecita.
  • Smeraldo: Porygon può regredire ai suoi codici di programmazione originari ed entrare nel ciberspazio. È dotato di un sistema anti-pirateria per evitare la duplicazione.
  • Diamante/Perla: Il primo Pokémon al mondo creato artificialmente. Riesce a muoversi liberamente nel ciberspazio.
  • Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2: Un Pokémon creato dall'uomo con metodi scientifici avanzatissimi. Si muove liberamente nel ciberspazio.
  • HeartGold: Questo Pokémon, creato dall'uomo, non ha bisogno di respirare ed è utilizzato in ogni tipo di ambiente.
  • SoulSilver/X: Questo Pokémon è il risultato di una ricerca umana. Esegue solo i movimenti più elementari.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi Pokémon Rosso, Pokémon Giallo, Pokémon Oro e Argento, Pokémon Cristallo, Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia e Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver è possibile ricevere Porygon all'interno del casinò di Azzurropoli.

In Pokémon Diamante e Perla è uno dei Pokémon presenti nel Giardino Trofeo situato nel Percorso 212. Nella versione Platino è ottenibile a Rupepoli.

Nel videogioco Pokémon Versione Bianca Porygon è disponibile all'interno della Foresta Bianca.

In Pokémon Ranger è presente all'interno della Fabbrica Tenebre (Dusk Factory) di Autunnia.

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Porygon può apprendere numerose mosse di tipo Normale come Ripresa, Riciclo e Tripletta. Può inoltre utilizzare attacchi Elettro e Psico tra cui Scarica e Psicoraggio.

Il Pokémon è in grado di imparare la mossa MN Flash. Nel gioco di carte collezionabili Porygon apprende l'attacco Beccata.

Fino alla seconda generazione Porygon era l'unico Pokémon in grado di apprendere l'attacco Conversione. Con l'introduzione della sua evoluzione, Porygon2, il Pokémon può inoltre apprendere Conversione2. Queste due mosse permettono di cambiare tipo in base al Pokémon avversario o ai suoi attacchi. Prima della quinta generazione Porygon era inoltre l'unico ad utilizzare la mossa Affilatore, in grado di aumentare la statistica Attacco del Pokémon. Con l'introduzione di Pokémon Nero e Bianco, anche Cryogonal può apprendere tale mossa.

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pokémon shock.

Porygon appare per la prima volta nel corso dell'episodio Dennō Senshi Porygon (でんのうせんしポリゴン? Soldato Elettrico Porygon), censurato a causa di una serie di luci intermittenti, di colore rosso, blu ed azzurro, in sequenza molto rapida, che hanno causato circa 700 casi di epilessia in Giappone, durante la prima ed ultima trasmissione dell'episodio, il 16 dicembre 1997.[8]

Il Pokémon è inoltre visibile in Una mela di troppo (A Chansey Operation) e nel lungometraggio Pokémon Heroes.[9][10]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Porygon appare in 11 carte di tipo Incolore appartenenti ad altrettanti set:[11][12]

  • Set Base
  • Team Rocket
  • Gym Challenge (Pokémon della capopalestra Sabrina)
  • Neo Destiny
  • Aquapolis
  • EX RossoFuoco e VerdeFoglia
  • EX Forze Segrete
  • EX Specie Delta
  • Incontri Leggendari
  • Battaglie Trionfali
  • Esplosione Plasma

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Cartoon-based illness mystifies Japan, CNN, 17 dicembre 1997. URL consultato il 3 settembre 2010.
  2. ^ (EN) Sheryl Wudunn, TV Cartoon's Flashes Send 700 Japanese Into Seizures, The New York Times, 18 dicembre 1997. URL consultato il 3 settembre 2010.
  3. ^ EPILESSIA DA CARTOON 650 BIMBI IN OSPEDALE, la Repubblica, 18 dicembre 1997. URL consultato il 3 settembre 2010.
  4. ^ (EN) Dubbing - Q&A with Maddie Blaustein
  5. ^ (EN) Porygon - Animédex da Serebii.net
  6. ^ (EN) Porygon2 - Animédex da Serebii.net
  7. ^ (EN) Porygon-Z - Animédex da Serebii.net
  8. ^ (EN) Lost Episode 3 - Electric Soldier Porygon da Serebii.net
  9. ^ (EN) Episode 47 - A Chansey Operation da Serebii.net
  10. ^ (EN) Pokémon Heroes - Latias and Latios da Serebii.net
  11. ^ (EN) Porygon (TCG) da Bulbapedia
  12. ^ (EN) #137 Porygon - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paul J. Shinoda, Pokémon Official Nintendo Player's Guide, Nintendo Power, 1998, p. 100, ISBN 978-4-549-66914-0.
  • (EN) Nintendo Power, Pokémon Special Edition for Yellow, Red and Blue, Nintendo Power, 1999, p. 105, ASIN B000GLCWWW.
  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 77, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 125, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 126, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 82, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 428, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 304, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 267, ISBN 978-0-307-46805-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon