Porto d'Ercole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il porto italiano di Monte Argentario in provincia di Grosseto, vedi Porto Ercole.
Porto d'Ercole
Hafen und Felsen von Monaco-La Turbie.jpg
StatoMonaco Monaco
Divisione 3Monaco
MareLigure
Infrastrutture collegateSS 1 - N 7 - D 6098
A 8 - A 500
Stazione di Monaco-Monte Carlo
Eliporto di Monaco
Tipoturistico, crocieristico, diportistico
GestoriSociété d’Exploitation des Ports de Monaco
Profondità fondali5-50 m
AssistenzaVHF canale 12
Coordinate43°44′06.6″N 7°25′36.27″E / 43.735166°N 7.426743°E43.735166; 7.426743Coordinate: 43°44′06.6″N 7°25′36.27″E / 43.735166°N 7.426743°E43.735166; 7.426743
Mappa di localizzazione: Principato di Monaco
Porto d'Ercole

Il porto d'Ercole[1] (noto anche come porto Ercole, in lingua francese: port Hercule; in sigla MON), è un'insenatura naturale situata nel quartiere della Condamina che si affaccia sul Mar Ligure, infrastruttura del Principato di Monaco dedicata al turismo, al diporto nautico e alle crociere.

Ampliamento[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2002 e il 2014 sono stati effettuati i lavori di ampliamento del porto con l'installazione di una diga semigalleggiante in calcestruzzo armato ancorata alla terra ferma non lontano dal Forte Antonio e al fondo marino con delle ancore, la struttura, pesante 163.000 t e che misura 352 m di lunghezza e 28 m di larghezza in superficie, ha una base di 44 m di larghezza, un'altezza totale dalla base alla banchina di 19 m di cui 16 immersi e 3 emersi. Realizzata ad Algeciras, in Spagna è stata trainata sino a Monaco via mare tramite rimorchiatori per 1480 km[2].

Sulla diga sorgono la spiaggia del Solarium, in prossimità del forte, e la stazione marittima del principato.

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 il porto fece da set cinematografico nel film GoldenEye della saga su James Bond. Bond (interpretato per la prima volta da Pierce Brosnan), prova a fermare Xenia Onatopp (Famke Janssen) dal rubare un elicottero, ma riesce a fuggire quando Bond viene multato dalla polizia locale che non sa chi sia[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. a p. 366 in Nuova Enciclopedia Universale Rizzoli-Larousse, vol XIII, Milano, 1994.
  2. ^ (FR) Monaco accueille la plus grande digue semi-flottante du monde
  3. ^ Sito sulla saga di James Bond

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]