Porto Real

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porto Real
comune
Porto Real – Stemma Porto Real – Bandiera
Localizzazione
StatoBrasile Brasile
Stato federatoBandeira do estado do Rio de Janeiro.svg Rio de Janeiro
MesoregioneSul Fluminense
MicroregioneVale do Paraíba Fluminense
Amministrazione
SindacoMaria Aparecida da Rocha Silva
Territorio
Coordinate22°24′47″S 44°17′50″W / 22.413056°S 44.297222°W-22.413056; -44.297222 (Porto Real)Coordinate: 22°24′47″S 44°17′50″W / 22.413056°S 44.297222°W-22.413056; -44.297222 (Porto Real)
Altitudine385 m s.l.m.
Superficie50,779 km²
Abitanti16 592[1] (2010)
Densità326,75 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso24
Fuso orarioUTC-3
Codice IBGE3304110
Nome abitantiporto-realense
Cartografia
Mappa di localizzazione: Brasile
Porto Real
Porto Real
Porto Real – Mappa
Sito istituzionale

Porto Real è un comune del Brasile nello Stato di Rio de Janeiro, parte della mesoregione del Sul Fluminense e della microregione della Vale do Paraíba Fluminense.

Fondata nel 1875, è considerata la prima colonia italiana in Brasile.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Porto Real sorge lungo la sponda destra del fiume Paraíba do Sul (fiume), che qui forma un'ampia ansa che circonda l'abitato. La cittadina è situata a 155 a nord-ovest di Rio de Janeiro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1874 Clementina Tavernari, un'esule che da anni viveva in Brasile, rientrò in Italia con l'obbiettivo di reclutare un gruppo di famiglie contadine da mandare oltreoceano[2]. L'obbiettivo era infatti quello di fondare una colonia agricola intitolata all'imperatrice Teresa Cristina nello stato di Santa Caterina. Una volta giunta nel suo paese natale, Concordia sulla Secchia, in provincia di Modena, la Tavernari organizzò un ufficio per il reclutamento al quale si presentarono in pochi giorni centinaia di famiglie provenienti non solo dalla bassa modenese, ma anche dalle limitrofe province di Mantova, Reggio Emilia e Ferrara. Il 22 dicembre 1874 50 famiglie salparono da Genova alla volta del Brasile a bordo della nave Anna Pizzorno[3]. Il 17 febbraio successivo l'imbarcazione giunse a Rio de Janeiro. Nonostante la morte della Tavernari a causa dell'epidemia di febbre gialla, i coloni raggiunsero in treno l'area dove oggi sorge Porto Real e vi s'insediarono impiantando la coltivazione della canna da zucchero.

Porto Real costituisce un comune a sé stante dal 1995, quando si distaccò dal comune di Resende.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile