Portale:Cile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parinacota volcano.jpgSalar de Atacama.jpgMoáis.jpgPlaza Sotomayor, Valparaíso.JPGOhiggins.jpgSantiago nocturno 2013.jpgGauchowheat edit2.jpgMapuche Machis.jpgLago Conguillio.jpgCondor des Andes mâle adulte.jpgVacasrupanco.jpgCuernos del Paine JMP.JPGPenguin, Strait of Magellan.jpg


Cartella arancione.jpg
Coat of arms of Chile.svg
Il Cile
CHL orthographic (+all claims).svg

Il Cile (in spagnolo: Chile) è un paese situato nell'estremo sudovest del continente americano. Il suo nome ufficiale è Repubblica del Cile (República de Chile) con capitale Santiago del Cile. Vi sono diverse teorie sull'origine del nome. Secondo una di queste, descritta dal cronista del XVIII secolo Diego de Rosales, il termine deriva dal nome di uno dei capo tribù (cacique) chiamato "Tili" che governava la valle dell'Aconcagua fino alla conquista da parte degli Incas. Un'altra teoria punta sulla somiglianza tra la valle dell'Aconcagua e la valle di Casma in Perù, nella quale si trovava una città e una vallata chiamate Chili. Altre teorie sostengono che il nome Chile derivi dal termine Mapuche chilli, che significa "dove finisce la terra", oppure dal termine Quechua chin, "freddo". I primi spagnoli sentirono il nome dagli Incas e dai pochi sopravvissuti della prima spedizione in Perù di Diego de Almagro (1535-36) che si definivano "uomini di Chilli". Continua...

Pix.gif



Cartella arancione.jpg
Nuvola filesystems www.png
Geografia
Chile topo es.jpg

Confina a nord con il Perù, ad est con la Bolivia e l'Argentina e a sud con lo stretto di Drake. È il paese più "lungo" al mondo, coprendo una distanza da nord a sud (senza la parte antartica) di circa 4.300 km, mentre la distanza media da est a ovest è solamente di 180 km. Il Cile è situato in un'area compresa nella cintura di fuoco e ad elevato rischio sismico a causa dei movimenti di subduzione della placca di Nazca contro la placca sudamericana. Fanno parte del Cile alcuni territori insulari nell'Oceano Pacifico, come l'Isola di Pasqua e le Isole Juan Fernández, avanza inoltre rivendicazioni per una zona dell'Antartide. Continua…


AndeOceano AtlanticoCintura di fuocoChiloéForesta pluvialeDeserto di Atacama

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Sunflower d1.png
Biodiversità

Il clima e la morfologia del territorio hanno portato alla formazione di diversi ecosistemi nel paese. Nella zona delle Ande è possibile trovare il condor andino, dichiarato monumento naturale nel 2006. El Norte Grande è una zona di vegetazione xerofitica, caratterizzata da scarsa vegetazione a causa della estrema aridità del deserto di Atacama e dell'assenza di precipitazioni. I lama sono i principali animali che popolano l'area. Nella zona di Norte Chico predomina la vegetazione sclerofilla, con specie adattate a lunghi periodi di siccità e calore. Nella parte meridionale la vegetazione diventa più densa e viene chiamata Foresta Valdivia. Nella zona sud ci sono ampi tratti di foresta sempreverde. Il Territorio antartico cileno è in gran parte coperto dal permafrost, quindi la diversità vegetale è ridotta ad alcune specie di licheni e muschi; tuttavia, la fauna raggiunge la costa una ricchezza e un valore eccezionale. Lungo la costa, è l'habitat del leone marino e una varietà di uccelli. Continua…


Lama glamaPhoenicopterus chilensisPuma concolorHippocamelus bisulcusAptenodytes forsteriLapageria rosea

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Capitello modanatura mo 01.svg
Storia del Cile

Nel 1520, Ferdinando Magellano fu il primo esploratore europeo a visitare il territorio cileno percorrendo lo stretto che porta il suo nome. Ma fu soltanto nel 1535 che i conquistatori spagnoli provarono a conquistare le terre della "valle del Cile" dopo aver sconfitto l'impero Inca. Durante il tentativo di conquista guidato da Pedro de Valdivia, ed attraversando il deserto di Atacama, Valdivia fondò una serie di centri abitati, il primo ed il più importante, il 12 febbraio 1541, fu la città di Santiago della Nuova Estremadura. La Capitanía General de Chile, chiamata anche il Regno del Cile, fu una delle colonie più australi dell'Impero Spagnolo. A causa della sua lontana posizione dai grandi centri e dalle strade commerciali imperiali, ed a causa del conflitto con i mapuche, il Cile fu una provincia povera, appartenente al Vicereame del Perù e la cui economia era praticamente destinata a sostenere i pochi abitanti del territorio. Le truppe indipendentiste, profughe a Mendoza, formarono un battaglione con i soldati argentini dell'Esercito delle Ande guidato da José de San Martín che liberò il Cile dopo la battaglia di Chacabuco, il 12 febbraio 1817. L'anno successivo Bernardo O'Higgins dichiarò l'indipendenza del Cile. L'11 settembre 1973 viene realizzato il colpo di Stato cileno, con l'aiuto della CIA. Durante il golpe perse la vita lo stesso Allende, morto all'interno del Palazzo della Moneda, e, secondo la versione ufficiale, suicidatosi poco prima di cadere nelle mani dei militari golpisti. Continua…


Impero spagnoloJosé de San MartínBernardo O'HigginsJosé Manuel BalmacedaAugusto Pinochet

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Nuvola apps bookcase.png
Biografia
Salvador Allende Gossens crop.jpg

Salvador Guillermo Allende Gossens (Valparaíso, 26 giugno 1908-Santiago del Cile, 11 settembre 1973) è stato un politico cileno, primo Presidente marxista democraticamente eletto nelle Americhe e, secondo alcuni, al mondo. Nel 1933 partecipò alla fondazione del Partito Socialista del Cile. Successivamente eletto deputato del Parlamento cileno nel 1937; quindi nel 1943 venne scelto come segretario deisocialisti e ricoprì la carica di Ministro della Sanità e delle Politiche Sociali; infine nel 1945 divenne senatore e nel 1966 Presidente del Senato. Nel 1970 ottenne la vittoria elettorale, come candidato dichiaratamente marxista, oltre che socialista democratico, alla carica di Presidente della Repubblica del Cile, quindi presiedette un governo di coalizione tra socialisti, comunisti, radicali ecattolici di sinistra. L'11 settembre 1973, un golpe organizzato dall'esercito causò la sua morte in circostanze drammatiche - probabilmente suicida - nel palazzo presidenziale a Santiago del Cile, portando al governo il generale Augusto Pinochet che instaurò una dittatura militare. Continua…


Golpe cileno del 1973 - Presidenti del Cile

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Nuvola apps kchart.svg
Economia

L'economia cilena è riconosciuta internazionalmente come una delle più solide del subcontinente latinoamericano. Il principale prodotto minerario esportato è il rame, di cui il Cile soddisfa il 36% del mercato mondiale. Di importanza rilevante ci sono anche il molibdeno, platino ed oro. L'agricoltura e l'allevamento sono le principali attività economiche del centro e del sud del paese. L'esportazione della frutta e della verdura hanno raggiunto livelli storici grazie all'apertura dei mercati europei e nordamericani oltreché asiatici dove il Cile è uno dei principali esportatori e questo vale anche per la silvicoltura e per la pesca. Attualmente il paese ha superato la Norvegia per la pesca del salmone ed è il maggior esportatore al mondo, ed uno dei più grandi produttori vinicoli. L'industria cilena è principalmente strutturata su piccole e medie unità ad eccezione della produzione di farina di pesce dove viene prodotta da grandi industrie. La moneta ufficiale in Cile dal 1975 è il peso cileno ($).


Economia del Cile

Pix.gif
Cartella arancione.jpg
Nuvola filesystems folder home.png
Città

Santiago del Cile o semplicemente Santiago (in spagnolo: Santiago de Chile) è la capitale e il centro urbano più importante del Cile. L'area metropolitana della città è stata denominata Gran Santiago. La città è situata a un'altitudine media di 567 m s.l.m. sulla rive del Mapocho. Nel 2014 l'estensione della conurbazione era pari a 641,4 km² e la popolazione era pari a 6.158.080 abitanti che equivale a circa il 35,9% della popolazione totale del paese. La città ospita molte sedi governative, finanziarie, commerciali e culturali del paese ed è considerata come la terza città dell'America Latina per qualità della vita. Santiago venne fondata da Pedro de Valdivia il 12 febbraio 1541 con il nome di Santiago del Nuevo Extremo in onore di San Giacomo e a ricordare che, come Santiago de Compostela rappresentava per gli antichi l'estrema terra abitata in Europa prima dell'oceano inesplorato, analogamente la nuova città rappresentava l'estremo limite dell'esplorazione nel continente americano da poco scoperto. Continua…


CoquimboPuerto MonttIquiqueChillán - Los ÁngelesAricaTalcaRancaguaTalcahuanoTemucoAntofagastaViña del MarConcepciónValparaíso

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Museo.png
Musei
Mueso de Arte Precolombino.jpg

Il Museo cileno di arte precolombiana è dedicato allo studio e alla conservazione delle opere d'arte e dei manufatti di era precolombiana dell'America centrale e dell'America del sud. Il museo si trova a Santiago del Cile ed è stato fondato nel dicembre 1981 da Sergio Larraín García-Moreno famoso architetto e collezionista di antichità.


Museo nazionale delle belle artiMuseo FonckMuseo di scienze naturali del Cile - Casa ColoradaMuseo storico nazionaleHindenburg 683

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
World Heritage Sign Sweden.png
Unesco
Moai Rano raraku.jpg

Il parco nazionale di Rapa Nui è un parco nazionale che si trova sull'Isola di Pasqua, nell'Oceano Pacifico. L'isola appartiene politicamente al Cile, da cui dista circa 3.600 chilometri. Il parco si estende su di una superficie di poco più di 71,3 km² ed è stato istituito principalmente per proteggere e valorizzare i Moai, le famose statue erette fra l'XI e il XVI secolo dalle popolazioni polinesiane che abitavano sull'isola.


Chiese di ChiloéValparaíso - Raffinerie di salnitro di Humberstone e Santa LauraSewellSistema stradale inca

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Foodlogo2.svg
Gastronomia

La cucina cilena è un mix tra il potere dei popoli indigeni alla cucina coloniale spagnola e alcune influenze europee. Gli ingredienti principali di cucina tradizionale cilena corrispondono agli alimenti dalla zona come il mais, la patata e il pomodoro, tra gli altri, e prodotti originariamente portati dagli spagnoli come il grano, carne di maiale, pollo, manzo e agnello. Alcuni dolci tradizionali sono i alfajores, manjar e il mote con huesillos. Il vino cileno è la principale bevanda alcolica, principalmente nei loro ceppi Cabernet Sauvignon, Carmenere e Merlot tra i rossi e Chardonnay e Sauvignon Blanc tra i bianchi. Altre bevande tradizionali sono il chicha e pisco cileno.


Ajiaco - Cancato - Carbonada - Cazuela - Chapalele - Charquicán - Curanto - Empanadas de pino - Milcao - Paila marina - Pantruca - Pastel de papa - Pescado frito - Porotos granados - Pulmay - Tomaticán

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Nuvola apps mozilla.png
Vetrina
Moai Rano raraku.jpg

I moai sono statue che si trovano sull'Isola di Pasqua. Nella maggior parte dei casi si tratta di statue monolitiche, cioè ricavate e scavate da un unico blocco di tufo vulcanico; alcune possiedono sulla testa un tozzo cilindro (pukao) ricavato da un altro tipo di tufo di colore rossastro, interpretato come un copricapo oppure come l'acconciatura un tempo diffusa tra i maschi. I moai sono alti da 2,5 metri fino a 10 metri. Il loro significato è ancora oggi poco chiaro ed esistono ancora molte teorie a proposito. La teoria più comune è che le statue siano state scolpite dai polinesiani abitanti a partire dall'anno 1000 d.C. Il significato più comune tramandato dagli attuali discendenti maori è quello di essere monoliti augurali portatori di benessere e prosperità dove volgono lo sguardo. Per questo nell'isola di Pasqua molti di essi sono rivolti verso il mare, per auspicare sempre un'abbondante pesca. Si ritiene inoltre che i piccoli moai siano le rappresentazioni degli antenati defunti o di importanti personaggi della comunità, a cui vennero dedicate come segno di riconoscenza, mentre per quelli grandi tra le tante spiegazioni possibili vi è anche quella a sfondo religioso. Continua…


Isola di Pasqua - Māori

Pix.gif
Cartella arancione.jpg
Crystal Clear app ksirtet.png
Portali collegati
Pix.gif