Porta dei Leoni (Micene)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porta dei leoni
Mycenae lion gate dsc06382.jpg
Civiltàmicenea
Utilizzoporta monumentale
Localizzazione
StatoGrecia Grecia
Unità perifericaArgolide
Mappa di localizzazione

Coordinate: 37°43′50.91″N 22°45′23.04″E / 37.730808°N 22.7564°E37.730808; 22.7564

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Sito archeologico di Micene e Tirinto
(EN) Archaeological Sites of Mycenae and Tiryns
Mycenae ruins dsc06388.jpg
TipoCulturali
Criterio(i) (ii) (iii) (iv) (vi)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal1999
Scheda UNESCO(EN) Scheda
(FR) Scheda

La Porta dei Leoni è l'entrata monumentale della rocca di Micene, in Argolide.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La porta dei leoni era l'accesso principale alla città, così detta per le decorazioni sul triangolo di scarico con due leoni simmetricamente disposti ai lati di una colonna. Risale al 1300 a.C. circa, e fa parte del sistema di fortificazioni delle mura ciclopiche. Non venne mai sepolta, anzi indicava il luogo dei resti di Micene quando l'archeologo tedesco Heinrich Schliemann scavò con successo la rocca e la necropoli.

La porta[modifica | modifica wikitesto]

La Porta è famosa per il massiccio architrave e le due stipiti sulla soglia sormontato da una grande lastra triangolare con due leonesse (ora senza testa) affiancate in piedi sulle zampe anteriori ai lati di una colonna di tipo minoico, motivo che si ritrova anche nei sigilli micenei. Anche questa decorazione è semplificata e perciò essenziale: alle parti aggettanti, illuminate, si contrappongono le rientranze del piano di fondo. L'assenza di passaggi intermedi esprime, come nelle mura, un'energia contenuta ma inesorabile. La colonna del fregio è rastremata verso il basso, secondo l'uso cretese. Sotto le zampe anteriori dei due animali e sotto la colonna si trovano due basi a sagoma concava, come quelle di alcuni altari in pietra trovati in un mègaron di Creta.

Il triangolo decorato è alto 2,90 metri; l'architrave che lo sostiene è lungo 5, profondo 2,50, alto nel centro 1 metro. La porta è larga 3 metri, profonda 1,20 alta 3,20. Si calcola che il solo architrave pesi circa 20 tonnellate.

Le teste dei leoni sono mutilate, forse perché realizzate in una lastra più piccola, ai vertici del triangolo, con un materiale di colore diverso. La composizione ricorda alcuni aspetti dell'arte ittita e simboleggia con evidenza un potere regale.

In seguito ad alcune ricerche si è capito che le teste erano rivolte verso l'esterno e quindi i famosi leoni erano delle leonesse.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]