Porta d'Oro (Danzica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porta d'Oro
Golden Gate in Gdańsk.PNG
La Porta d'Oro, lato esterno alla città vecchia
Ubicazione
Stato attualePolonia Polonia
RegionePomerania
CittàPOL Gdańsk COA.svg Danzica
Coordinate54°20′58.81″N 18°38′52.87″E / 54.34967°N 18.64802°E54.34967; 18.64802Coordinate: 54°20′58.81″N 18°38′52.87″E / 54.34967°N 18.64802°E54.34967; 18.64802
Informazioni generali
Costruzione1612-1614
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La Porta d'Oro (in polacco: Złota Brama; in tedesco: Langgasser Tor) è una porta di ingresso monumentale della città di Danzica, in Polonia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La porta fu costruita negli anni 1612-1614 su progetto di Abraham van den Blocke; in precedenza si trovava in questo punto una porta gotica del XIII secolo. Durante la seconda guerra mondiale, la porta fu in gran parte distrutta e ricostruita nel 1957.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Il lato occidentale, interno alla cinta muraria

L'architettura è quella dello stile del manierismo olandese. Accanto ad esso si trova la sede tardogotica della Confraternita di San Giorgio (Dwór Bractwa św. Jerzego).

Su entrambi i lati, Jeremias Falck inserì quattro statue nel 1648. Le figure sul lato ovest (quello esterno) simboleggiano Pax (pace), Libertas (libertà), Fortuna (ricchezza) e Fama (fama). Sul lato est (dalla Via Lunga, Ulica Długa) le statue rappresentano Concordia (concordia), Giustitia (giustizia), Pietas (pietà) e Prudentia (saggezza).

Nel fregio sul davanti è cesellata una citazione dal Salmo 122: "Quelli che ti amano vivano tranquilli / Ci sia pace all'interno delle tue mura / e tranquillità nei tuoi palazzi!"

In latino sul lato che fronteggia la Via Lunga: "Concordia res publicæ parvæ crescunt - discordia magnæ concidunt." (I piccoli stati prosperano attraverso la concordia, i grandi periscono attraverso la discordia). Questa è una citazione modificata dal Bellum Iugurthinum di Sallustio (10.6): "... concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur." Ad un esame più attento, tuttavia, si nota che sulla porta invece di "discordia" (ablativo) si legge "discordiae".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]