Porta blindata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con porta blindata nel linguaggio comune si intende un serramento pedonale definito specificamente "Porta pedonale resistente all'effrazione" fornito di particolari caratteristiche antiscasso, ed è perciò anche definita, con espressione più tecnica, porta anti intrusione. Tuttavia, nell'uso commerciale, la si definisce spesso in maniera sbagliata con il termine di "porta corazzata" che invece sta ad indicare una porta di tipo totalmente diverso, realizzata con lamiere di ferro da 4 mm di spessore con il cemento armato al suo interno (vedi le porte dei caveau).

Alcune delle caratteristiche comuni di una porta blindata sono:

  • Classificazione secondo norma UNI EN 1627 (o vecchia UNI ENV 1627:2001)
  • telaio realizzato con profili in acciaio da 2 mm di spessore (spesso anche 2.5, 3 e 4 mm), avente una o più pieghe a Z, ancorato direttamente alla muratura mediante staffe, mentre a pavimento puó venire ancorato mediante del ferro pieno da almeno 10 mm di spessore, e non avvitato al controtelaio.
  • anta realizzata da doppia lamiera in acciaio da 1 mm e/o 1,5 mm di spessore, in alcuni casi anche da una terza lamiera in acciaio a protezione della serratura e dei suoi meccanismi di chiusura
  • generalmente una serratura meccanica classificata con la UN EN 12209, abbinata ad uno o più cilindri con classificazione UNI EN 1303 ed una protezione del cilindrto (comunemente detta defender o barilotto o protector) classificato con la UNI EN 1906.

Tuttavia le normative di test non coprono ancora le tecniche di manipolazione denominate "aperture con destrezza", generalmente appannaggio di malviventi di livello superiore allo scassinatore standard, motivo per cui è sempre consigliabile utilizzare prodotti di fascia correlata al rischio ambientale che si affronta.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura