Porta Felice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porta Felice
Harvey Porta Felice.jpg
Veduta lato Foro Italico
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Palermo
Coordinate 38°07′11″N 13°22′16.6″E / 38.119722°N 13.371278°E38.119722; 13.371278Coordinate: 38°07′11″N 13°22′16.6″E / 38.119722°N 13.371278°E38.119722; 13.371278
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 1582 - 1637
Stile Rinascimentale, barocco
Realizzazione
Architetto Mariano Smiriglio

La Porta Felice è una delle porte di Palermo, la porta è l'ingresso dal lato mare al Cassaro, uno degli assi principali della città di Palermo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Veduta lato Cassaro

Prende il nome da Donna Felice Orsini, moglie del viceré spagnolo Marcantonio Colonna, che, nel 1582, decise di dare un ingresso monumentale al Cassaro (l'attuale Corso Vittorio Emanuele), prolungato fino al mare nel 1581. La Porta, costituita da due imponenti piloni, fu progettata dall'architetto Mariano Smiriglio e i lavori si protrassero fino al 1637. L'intervallo di tempo trascorso permise la differenziazione delle facciate dei piloni: così abbiamo il primo ordine (quello che si affaccia a mare) in marmo grigio e con caratteri tipicamente rinascimentali, mentre il secondo (successivo al primo e terminato dagli architetti Novelli, Smiriglio e Tedeschi) con caratteristiche più tendenti al barocco.

In seguito ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale, il pilone destro venne quasi interamente distrutto, ma un attento restauro ha riportato la porta al suo antico splendore.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Palermo: falso allarme bomba al Foro Italico, a pochi metri dal prato del concerto, in Repubblica.it, 30 giugno 2017. URL consultato il 30 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://www.regionalgeographic.it/Palermo/porta%20felice/porta%20felice%202.html

Palermo Portale Palermo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Palermo