Porta Diana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 43°24′31.75″N 10°51′48.1″E / 43.40882°N 10.86336°E43.40882; 10.86336

Porta Diana

La Porta Diana è collocata a nord rispetto alla città di Volterra (oltrepassato il cimitero cittadino) sul versante in direzione della Valdelsa.[1][2]

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Risalente al III - II secolo a.C., fa parte della cinta muraria in panchina della città, edificata originariamente dagli Etruschi.

Proseguendo oltre la porta Diana si accede alla necropoli (area di sepoltura della Volterra ellenistica). Di questa porta rimangono soltanto gli stipiti, la copertura doveva essere in legno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Giovannelli, Cronistoria dell'antichità, e nobiltà di Volterra, cominciando dal principio della sua edificazione infin'al giorno d'hoggi. ... Raccolta da diuersi scrittori per ... fra Mario Giouannelli .., appresso Giouanni Fontani, 1613, pp. 4–.
  2. ^ Luisa Banti, Etruscan Cities and Their Culture, University of California Press, 1973, pp. 146–, ISBN 978-0-520-01910-2.
    «These natural communication routes all met just below the city, where the village of Saline di Volterra stands today. Then as now, Volterra ... The two city gates — Porta Diana and Porta all'Arco — are Etruscan only in their lower part. The three ...».

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]