Porta Altinia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porta Altinia
Treviso - Notturno di Porta Altinia - Foto di Paolo Steffan.jpg
Notturno di Porta Altinia
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàTreviso
Coordinate45°39′41.31″N 12°14′49.2″E / 45.661475°N 12.247°E45.661475; 12.247Coordinate: 45°39′41.31″N 12°14′49.2″E / 45.661475°N 12.247°E45.661475; 12.247
Mappa di localizzazione: Treviso
Porta Altinia
Informazioni generali
Termine costruzione1518
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Porta Altinia è una delle tre porte che si aprono sulle mura cinquecentesche di Treviso.

Si colloca all'estremità meridionale del centro storico (ma l'entrata si rivolge verso est) e permetteva di conseguenza gli accessi da Mestre e Venezia attraverso il Terraglio. Il nome è però legato alla città romana di Altino, dalla quale si poteva giungere attraverso l'attuale provinciale "Jesolana".

Fu realizzata nel 1514 accanto a una precedente porta medievale di cui sussistono le volte. Il suo aspetto, con mattoni a vista e poche decorazioni in pietra, è decisamente più sobrio rispetto alle altre due porte. La parte superiore è sagomata a mo' di torrione con ampi finestroni sulle facciate interna ed esterna, mentre i fronti laterali presentano ancora i fori delle cannoniere.

Alla caduta della Serenissima (1797) fu rimosso il leone marciano che capeggiava sul lato esterno. La facciata interna, inoltre, era ornata da vari affreschi - forse - di Pomponio Amalteo che raffiguravano il leggendario attacco di Attila alla città (non è un caso, quindi, se il suo nome fu spesso modificato in porta Attilia).

Sul fianco occidentale sorgeva una grossa casamatta andata demolita nell'Ottocento.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Netto, Guida di Treviso. La città, la storia, la cultura e l'arte, Trieste, Lint, 1988, pp. 364-366.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]