Pontificia Università della Santa Croce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°54′02.52″N 12°28′24.24″E / 41.9007°N 12.4734°E41.9007; 12.4734

Pontificia Università della Santa Croce
LogoSantaCroce.png
Ponte - piazza s Apollinare e ex collegio germanico 1060303.JPG
Facciata della sede dell'università
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
Dati generali
Nome latinoPontificia Universitas Sanctae Crucis
FondazioneA. A. 1984/1985
TipoUniversità Pontificie
Facoltà4
RettoreRev. Luis Felipe Navarro
Mappa di localizzazione
Sito web

La Pontificia Università della Santa Croce (Latino: Pontificia Universitas Sanctae Crucis / PUSC) è un'università pontificia con sede in Roma. È stata eretta formalmente con decreto del 9 gennaio 1990, è stata affidata alla Prelatura della Santa Croce e Opus Dei[1]: il suo gran cancelliere è il prelato dell'Opus Dei.[2]

Profilo[modifica | modifica wikitesto]

La Pontificia Università della Santa Croce è un'istituzione universitaria di studi ecclesiastici, costituita dalle facoltà di Teologia, Diritto Canonico, Filosofia e Comunicazione Sociale Istituzionale, complete dei tre cicli del curriculum universitarioI titoli accademici che conferisce, baccellierato, licenza e dottorato, hanno piena validità canonica. Dal 17 settembre 1986 è stato eretto anche l'Istituto Superiore di Scienze Religiose.

Ha sede in un prestigioso palazzo di Piazza Sant'Apollinare, in Roma, già sede del Collegio Germanico-Ungarico. La Biblioteca si trova in via dei Farnesi 83.

L'Istituto superiore di scienze religiose all'Apollinare - parte integrante della stessa Università - è collegato accademicamente alla Facoltà di Teologia. Esso si caratterizza per l'utilizzo del metodo dell'insegnamento a distanza.

Il Centro di Documentazione Interdisciplinare di Scienza e Fede DISF, associato alla cattedra di Teologia fondamentale, intende porsi al servizio del dialogo fra cultura scientifica e fede cristiana, attraverso una formazione interdisciplinare: gestisce i portali disf.org (http://disf.org) in italiano e inters.org (http://inters.org) in inglese e la Scuola Internazionale Superiore per la Ricerca Interdisciplinare SISRI (http://sisri.it).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Pontificia Università della Santa Croce risponde al desiderio di San Josemaría Escrivá, fondatore dell'Opus Dei, di promuovere a Roma un centro di studi universitari che svolgesse, al servizio di tutta la Chiesa, un ampio e profondo lavoro di ricerca e di formazione nelle scienze ecclesiastiche, cooperando, secondo la sua peculiare funzione, alla missione evangelizzatrice della Chiesa in tutto il mondo. Il suo successore Álvaro del Portillo, ottenendo le necessarie approvazioni della Santa Sede, lo tradusse in pratica a partire dall'anno accademico 1984/85.[3]

Missione[modifica | modifica wikitesto]

La missione specifica della Pontificia Università della Santa Croce è quella di approfondire il contenuto intellettuale e la ricchezza antropologica della fede, stabilendo al contempo un dialogo con la cultura contemporanea. L’impegno a cui tiene fede è lo stesso che nei secoli ha dato luogo in Europa all’istituzione universitaria, e cioè il rigore intellettuale della ricerca, a servizio di una fede che desidera comprendere per vivere e, comprendendo, essere in grado di mostrare le ragioni della propria speranza.

La Santa Croce viene pertanto incontro alle sfide del mondo odierno, che presenta ombre ma anche grandi possibilità, formando uomini e donne di fede – sacerdoti, religiosi e religiose, laici e laiche –, i quali grazie ad una fede assimilata intellettualmente con profondità diventano capaci di stabilire un dialogo con la modernità e di proporre con convinzione e in modo convincente la luce di Cristo.

Fra le maggiori eredità spirituali ricevute da San Josemaría Escrivá vi è senza dubbio l’esortazione a coltivare una profonda unità di vita. Essa non si manifesta soltanto in una debita coerenza tra parole ed opere, ma anche attraverso l’armonia che deve esistere fra la formazione professionale ed intellettuale da una parte, e la formazione spirituale e teologica dall’altra. Le attività accademiche, organizzate con uno spirito interdisciplinare, sono aperte a studiosi ed intellettuali di ambito filosofico, scientifico, economico, politico, ecc., fornendo gli elementi necessari per un vero dialogo della fede con il mondo.[4]

Cronotassi dei magnifici rettori[modifica | modifica wikitesto]

Cronotassi dei gran cancellieri[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) Ente | Vicariatus Urbis, su www.vicariatusurbis.org. URL consultato il 03 maggio 2018.
  2. ^ Pontificia Università della Santa Croce. URL consultato il 03 maggio 2018.
  3. ^ All'Università Pontificia della Santa Croce (29 maggio 1999) | Giovanni Paolo II, su w2.vatican.va. URL consultato il 03 maggio 2018.
  4. ^ Profilo & Missione | Pontificia Università della Santa Croce, su www.pusc.it. URL consultato il 03 maggio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137282768 · ISNI (EN0000 0001 2109 7639 · BNF (FRcb13617019x (data)