Pompilio Seveso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paesaggio lacustre, 1940 Fondazione Cariplo

Pompilio Seveso (Milano, 1877Milano, 1949) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque da umile famiglia e iniziò giovanissimo a cimentarsi con l'arte.

Pompilio Seveso segue i corsi dell'Accademia di Brera tra il 1893 e il 1895, e la sua scuola del nudo tra il 1904 e il 1909 e tra il 1915 e il 1916, per poi dedicarsi da autodidatta all'osservazione della produzione di Leonardo Bazzaro, Emilio Longoni e Filippo Carcano.

Fu proprio l'amicizia di questi maestri, in particolare di Longoni che spesso accompagnava a dipingere in montagna, a plasmare la sua abilità di pittore.

Nel primissimo Novecento da giovane ebbe una parentesi molto significativa di divisionismo, per attinenze non conducibile all'amico Longoni ma con le opere e la lezione di Fornara.[1] [Luciano Anelli].[2]

Successivamente i soggetti della sue opere, tutte riprese dal vero, assumevano una connotazione post-scapigliata vicina a Bazzaro o Gignous.

Fanno spesso riferimento ai paesaggi dei suoi soggiorni di Feriolo, sul Lago Maggiore, della Valmalenco e della Valtellina[3].

Mori a Milano nel 1949.

Non frequentò esposizioni ne fece personali e collettive si isolò nella sua Feriolo fino quasi alla fine. Credette alla sua pittura fino all'ultimo, lontano da mecenati e galleristi,

P.Seveso ,Sole con pastore e pecore,1910 ca Collezione privata

una pittura profonda e romantica.

Suoi quadri vennero battuti alle aste per piccoli importi, il record è da finarte per 11000 euro. Un quadro è stato venduto da Christie's nel 2000 per 2000 €[4].

Esposizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mostra di belle arti Milano 1924 con' Paesaggio'[5]
  • Pompilio Seveso 'La Luce Nel Colore' Brescia 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) https://library.nga.gov/discovery/fulldisplay/alma992408563504896/01NGA_INST:NGA, su library.nga.gov. URL consultato il 19 marzo 2022.
  2. ^ Anelli, Luciano Orlando, Anna 1967- Hrsg., Pietro Bellotti e dintorni : dipinti veneti e lombardi tra realtà e "genere" dalla collezione Koelliker ; Brixiantiquaria, Brescia, 17-25 novembre 2007, Delfo, 2007, OCLC 888794121. URL consultato il 19 marzo 2022.
  3. ^ Descrizione di Pompilo Seveso, Catalogo online Artgate della Fondazione Cariplo, 2010, CC-BY-SA.
  4. ^ Vendita all'asta opere di Pompilio SEVESO: aggiudicazione e lotti venduti di Pompilio SEVESO - artprice.com, su it.artprice.com. URL consultato il 28 maggio 2022.
  5. ^ BDL BookReader, su bdl.servizirl.it. URL consultato il 24 marzo 2022.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luciano Anelli, Lino Scalvini, Alessandro Scalvini, Pompilio Seveso (1877-1949): la luce nel colore fra tarda scapigliature e atmosfere divisioniste, Edizioni Clanto, 2006.
  • Emporium, Volumes 65-66, Istituto italiano d'arti grafiche, Bergamo, 1927, p. 48.
  • Catalogo online Artgate della Fondazione Cariplo, 2010, CC-BY-SA.
  • Pompilio Seveso

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64860283 · ISNI (EN0000 0000 5186 001X · LCCN (ENnr2007004023 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2007004023
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie