Polypodium cambricum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Polypodium cambricum
Polypodium cambricum 002.jpg
Foglia di P. cambricum con spore
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Pteridophyta
Classe Polypodiopsida
Ordine Polypodiales
Famiglia Polypodiaceae
Genere Polypodium
Specie P. cambricum
Nomenclatura binomiale
Polypodium cambricum
L.
Sinonimi
  • Polypodium australe Fée
  • Polypodium cambricum subsp. australe (Fée) Greuter & Burdet
  • Polypodium cambricum subsp. serrulatum (Schinz ex Arcang.) Pic. Serm.
  • Polypodium serratum (Willd.) Saut.
  • Polypodium vulgare subsp. serrulatum Schinz ex Arcang.
Nomi comuni
  • Polipodio meridionale
  • Polipodio del galles
  • Felce dolce meridionale

Polypodium cambricum o Polypodium australe(L.) è una pianta vascolare della famiglia delle Polypodiaceae[1][2].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del genere deriva dal greco polys (molti), e podòs (piede), perché ogni foglia sembra indipendentemente ancorata al suolo; cambricum da Cambria forma latina del gallese Cymru cioè il Galles: gallese[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Pianta perenne; presenta fronde lunghe fino a 80 cm con lamina da triangolare a ovata. Pinne più spesso indivise, strette, attenuate all'apice e acute. Sori ellittici, con parafisi, rotondeggianti disposti in due file a metà tra la nervatura centrale e i margini della pinna. Spore reniformi, con perisporio verrucoso.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Rupi ombrose, boschi e luoghi umidi fino ai 1000 m.

Periodo di sporificazione[modifica | modifica wikitesto]

Dicembre - Maggio

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Comune in tutta Italia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Conti F. & al. (2005) An annotated Checklist of the Italian Vascular Flora. Palombi Editori, Roma, 420 pp.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica