Polizia locale in Sicilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polizia locale in Sicilia
Descrizione generale
Attiva1947 - oggi
NazioneItalia Italia
ServizioPolizia locale
TipoCorpi di polizia locale ad ordinamento civile
CompitiPubblica sicurezza
Polizia ambientale
Polizia stradale
Polizia giudiziaria
Polizia amministrativa
Polizia municipale
Polizia provinciale
Protezione civile
Ordine pubblico(in forma ausiliaria)
SedeEnti locali siciliani
Colorirosso
oro
Parte di
  Sicilia
Reparti dipendenti
Corpi e organi di polizia municipale e corpi di polizia provinciale
Comandanti
Voci di forze di polizia presenti su Wikipedia

La polizia locale in Sicilia, essendo regione a statuto speciale, è disciplinata da una serie di norme regionali, che hanno recepito e integrato la normativa statale in materia di polizia locale.

Il servizio di polizia locale può essere svolto anche in forma associata dagli enti locali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Esiste un documento del 1095 che prevedeva nelle universitas normanne (comuni) una figura come l'acatapano che si occupava dell’ordine e della sicurezza interna[1]. Mentre nel periodo dal 1806 al 1815 nel regno di Sicilia esistevano dei Corpi come le Guardie Siciliane, la Polizia Siciliana e la Gendarmeria Siciliana[2], con il regno della Due Sicilie divenute Guardie Urbane borboniche. Dal 1861 furono uniformate al resto d'Italia.

Con l'Autonomia speciale del maggio 1946 l'ordinamento degli enti locali è divenuto competenza esclusiva della Regione Siciliana [3]. Da allora sono stati istituiti i primi corpi di vigili urbani, poi polizia municipale, e nel 1949 fu ricostituito quello di Palermo.[4]

Inoltre può organizzare una polizia regionale, in quanto viene previsto che il "Governo regionale può organizzare corpi speciali di polizia amministrativa per la tutela di particolari servizi ed interessi".[5] Nel 1972 è stato istituito il Corpo forestale della Regione siciliana, corpo tecnico con funzioni di polizia[6], per il contrasto ai reati ambientali e agroalimentari.

Dopo la legge quadro 7 marzo del 1986, n. 65,[7][8], la Regione è intervenuta con la L.R. 1 agosto 1990, n. 17 “Norme in materia di polizia municipale”[9]. Il governo regionale nel luglio 2019, ha approvato un progetto di riforma che rafforza il ruolo di coordinamento della Regione[10].

Ordinamento[modifica | modifica wikitesto]

Polizia municipale

Nella Regione Siciliana ci sono 390 Corpi di Polizia municipale, di cui 3 Corpi di Polizia metropolitana.

Polizia provinciale

Esistono 7 Corpi di Polizia provinciale. Il Corpo è assente nei Liberi consorzi di Trapani e di Caltanissetta.

Polizia regionale

Il Corpo forestale della Regione siciliana, è un corpo di polizia regionale con funzioni di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria, ambientale, forestale, venatoria e agroalimentare. È inoltre organo permanente di protezione civile.

Funzioni e competenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Prevenire e reprimere le infrazioni alle norme di polizia locale;
  • Vigilare sull'osservanza delle leggi statali e regionali, dei regolamenti e delle ordinanze la cui esecuzione è di competenza della polizia locale, urbana e rurale;
  • Svolgere i servizi di polizia stradale attribuiti dalle leggi regionali della Regione Siciliana alla polizia municipale;
  • Espletare i servizi di informazione, di accertamento e di rilevazione connessi ai compiti d'istituto e di vigilanza;
  • Vigilare sull'integrità e conservazione del patrimonio pubblico e privato;
  • Prestare servizi d'ordine, vigilanza e scorta necessari per l'espletamento di attività e compiti istituzionali degli enti di appartenenza territoriale;
  • Svolgere le funzioni di polizia giudiziaria e le funzioni ausiliari di pubblica sicurezza ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 marzo 1986, n. 65, nell'ambito delle proprie attribuzioni, nei limiti e nelle forme di legge;
  • Prestare opera di soccorso in occasione di calamità e disastri e privati infortuni;

Comitato tecnico regionale[modifica | modifica wikitesto]

La Regione Siciliana nel 1990 ha costituito il "Comitato tecnico regionale per le funzioni di polizia locale", nominato con decreto dal presidente della Giunta regionale, e presieduto dall'assessore regionale alle autonomie locali.

Il Comitato fornisce alla Regione consulenza in materia di polizia locale, effettua studi per la migliore organizzazione del servizio e formula proposte per assicurare le migliori condizioni per l'espletamento dello stesso.

Uniformi[modifica | modifica wikitesto]

L'uniforme è del colore blu notte per la Polizia municipale e grigio-verde per la Polizia provinciale.

Gradi[modifica | modifica wikitesto]

Sono previsti autonomi distintivi di grado per il personale della Polizia locale del Sicilia[11].

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo è unico e presente in tutti Corpi di polizia siciliana: cerchio in blu con le denominazioni scritta in bianco Polizia Municipale di XXX e in campo rosso-giallo come l'emblema della Sicilia con la Triscele (o Trinacria).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito non ufficiale, su polizialocalesicilia.it. URL consultato il 9 maggio 2017 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2017).