Polizeifunk ruft

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polizeifunk ruft
Titolo originalePolizeifunk ruft
PaeseGermania, Francia, Giappone, Canada
Anno1966-1970
Formatoserie TV
Generepoliziesco, azione
Stagioni4
Episodi52
Durata25 min. (episodio)
Lingua originaleTedesco
Dati tecniciB/N (s. 1)
a colori (s. 2-4)
rapporto: 1.33 : 1
Crediti
RegiaHermann Leitner
Paul Paviot
Toshihiro Jijima
SceneggiaturaGünter Dönges
Gustav Kampendonk
Bruno Hampel
Interpreti e personaggi
MusicheHeinz Funk
Manfred Hübler
Gérard Calvi
Isao Tomita
ProduttoreGyula Trebitsch
Casa di produzioneStudio Hamburg International Production (SHIP)/Tokyo Broadcasting System (TBS) /Norddeutsches Werbefernsehen (NWF)
Prima visione
Prima TV originale
Dal5 dicembre 1966
All'11 marzo 1970
Rete televisivaARD 1
Prima TV in italiano
Dalinedita
Rete televisivainedita
(DE)

«Großstadt - Menschen - Technik - Gefahr»

(IT)

«Metropoli - Persone - Tecnica - Pericolo»

(motto della serie[1])

Polizeifunk ruft ("La radio della polizia chiama") è una serie televisiva poliziesca tedesca prodotta da Gyula Trebitsch[1] per Studio Hamburg International Production (SHIP), Tokyo Broadcasting System (TBS) e Norddeutsches Werbefernsehen (NWF)[2] dal 1966 al 1970 e nata come spin-off della serie Hafenpolizei (1963-1966)[3][4]. Protagonisti della serie sono Karl-Heinz Heß e Josef Dahmen[1][2][3][5][6][7]; nel cast principale, figurano inoltre Karl-Heinz Kreienbaum, Eckhart Dux, Günter Lüdke e Karin Lieneweg[2][6][7].

La serie si compone di 4 stagioni[1][2][6][8][9] per un totale di 52 episodi[3][6][8][9] (13 per stagione[8]).

In Germania, la serie fu trasmessa in prima visione dall'emittente ARD 1. Il primo episodio, intitolato Außerkommando[8][10] fu trasmesso per la prima volta in Germania il 5 dicembre 1966[2][6][10][11]; l'ultimo, intitolato Auf glühenden Kohlen[9], fu trasmesso in prima visione l'11 marzo 1970[9].

La serie è stata trasmessa anche in Francia dal 1969 con il titolo Les cavaliers de la route.[11]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Protagonista è inizialmente è il Commissario Capo Koldehoff (presente anche in Hafenpolizei), un poliziotto di Amburgo.[1][3] Koldehoff si avvale della collaborazione del Commissario Capo Walter Hartmann, che in seguito diventerà il protagonista.[1][3].

Dalla seconda stagione, la scena del crimine diventa "internazionale" e in alcuni episodi si sposta dalla Germania anche in Francia e Giappone.[1][2]

Nel sesto episodio dell'ultima stagione, intitolato Abschiedsabend, si assiste all'addio di Koldehoff, che va in pensione.[1]

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

La musica della sigla è stata composta da Heinz Funk.[1]

Produzione e backstage[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima stagione fu girata in bianco e nero, mentre dalla seconda stagione la serie è stata girata a colori[1][2]
  • La serie è stata girata tra Amburgo, Parigi e Tokyo[12]
  • Per la realizzazione della serie i produttori si avvalsero della collaborazione della polizia di Amburgo[4]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Puntate Prima TV Germania Prima TV Italia
Prima stagione 13[8] 5 dicembre 1966 inedita
Seconda stagione 13[8] inedita
Terza stagione 13[8] inedita
Quarta stagione 13[8][9] 10 dicembre 1969[9] inedita

Guest-star[modifica | modifica wikitesto]

Tra le numerose guest-star apparse nella serie, figurano[1][5] (in ordine alfabetico):

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha avuto un sequel o spin-off intitolato Hamburg Transit e andato in onda dal 1970 al 1974.[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione