Polittico di Ca' Morosini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polittico di Ca' Morosini
Bartolomeo Vivarini, polittico di ca' morosini.jpg
AutoreBartolomeo Vivarini
Data1464
Tecnicatempera su tavola
Dimensioni132×173 cm
UbicazioneVenezia, Gallerie dell'Accademia

Il Polittico di Ca' Morosini è un dipinto tempera su tavola (pannello centrale 132x41 cm, ciascun pannello laterale 109x33 cm) di Bartolomeo Vivarini, datato 1464 e conservato nelle Gallerie dell'Accademia a Venezia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il polittico fu originariamente dipinto per la cappella Morosini nella chiesa di Sant'Andrea alla Certosa di Venezia. Arrivò in galleria ai primi del XIX secolo con le soppressioni napoleoniche.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

Il polittico è composto da un pannello centrale con la Madonna in trono col Bambino e quattro scomparti laterali, che raffigurano, da sinistra, sant'Andrea, patrono della chiesa, (riconoscibile per il libro, la croce e l'abito verde), san Giovanni Battista (riconoscibile per l'abito da eremita, la barba, la croce, lo sfondo che riproduce il deserto), san Domenico di Guzmán (con l'abito domenicano e il giglio) e san Pietro (riconoscibile per la barba bianca, la testa canuta, le chiavi del Paradiso).

Il polittico è significativo dello stile di Bartolomeo dopo il soggiorno a Padova, dove assimilò le novità di Andrea Mantegna e degli squarcioneschi. I corpi sono infatti solidi, le anatomie sono curate, i panneggi taglienti, la luce fredda, che trasforma tutte le superfici in lucidi marmi. Manca però nell'artista l'adesione a una logica spazialità, come si vede nella mancata unificazione degli sfondi, che nel caso del Battista è addirittura roccioso, quale attributo specifico dell'asceta.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierluigi De Vecchi ed Elda Cerchiari, I tempi dell'arte, volume 2, Bompiani, Milano 1999. ISBN 88-451-7212-0

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arte