Polioptila caerulea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Zanzariere blu-grigio
Blue-Gray Gnatcatcher.jpg
Polioptila caerulea
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Certhioidea
Famiglia Polioptilidae
Genere Polioptila
Specie P. caerulea
Nomenclatura binomiale
Polioptila caerulea
(Linnaeus, 1766)

Lo zanzariere blu-grigio (Polioptila caerulea (Linnaeus, 1766)) è un uccello passeriforme della famiglia Polioptilidae.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gli adulti sono grigio-blu sul dorso e con l'addome bianco, con un lungo becco snello e una lunga coda nera. Hanno un anello oculare bianco.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il loro habitat riproduttivo sono i boschi radi di decidue e le lande nel sud Ontario, negli Stati Uniti orientali e sud orientali e nel Messico.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Costruiscono un nido a coppa simile a quello del colibrì sui rami orizzontali degli alberi. Entrambi i genitori costruiscono il nido e nutrono i piccoli; possono anche allevare due nidiate in una stagione riproduttiva.

Questi uccelli migrano verso: Stati Uniti meridionali, Messico, Belize, Guatemala, Honduras, Cuba, Bahamas, Turks e Caicos ed Isole Cayman.

Cacciano tra gli alberi e gli arbusti, principalmente mangiando insetti, uova di insetti e ragni. Possono comunque ricercare le proprie prede a terra o prenderle al volo.

Talvolta tengono la coda sollevata in verticale quando proteggono il territorio o cacciano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Polioptila caerulea, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Polioptilidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato l'8 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli