Policoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La policoria è un'anomalia congenita dell'occhio, consistente nell'esistenza di due o più orifizi pupillari. La vista non ne risente in modo significativo.[1]

L'anomalia può essere presente in un solo occhio o in entrambi gli occhi e può essere di due tipi principali:

  • policoria congenita (o primaria): già presente alla nascita;
  • policoria acquisita (o secondaria): non presente alla nascita e causata da malattia oculare o traumi.

In alcuni casi la vista non ne risente in modo significativo, mentre in altri ne risulta una ridotta funzione dell’iride e della pupilla, con più o meno grave alterazione della vista e/o del campo visivo.

Esistono due tipi di policoria:

  • vera policicoria: la pupilla in più e la pupilla principale si dilatano e si contraggono simultaneamente con fattori scatenanti come luce o farmaci;
  • falsa pseudopolicoria: la pupilla in più e la pupilla principale non si dilatano e si contraggono simultaneamente con fattori scatenanti come luce o farmaci.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Policoria, in Dizionario di medicina, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2010. URL consultato il 27 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina