Polesden Lacey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polesden Lacey
Polesden lacey.jpg
Localizzazione
StatoRegno Unito Regno Unito
Regione/area/distrettoInghilterra Inghilterra
LocalitàGreat Bookham
Coordinate51°15′32″N 0°22′27″W / 51.258889°N 0.374167°W51.258889; -0.374167Coordinate: 51°15′32″N 0°22′27″W / 51.258889°N 0.374167°W51.258889; -0.374167
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Inaugurazione1824
Ricostruzione1906
StileRegency, edoardiano
Usoresidenza
Realizzazione
ProprietarioNational Trust
CommittenteRonald Greville e Margaret Greville
La facciata principale della villa
Margaret Greville, storica proprietaria della villa, nel 1920

Polesdey Lacey è una storica residenza di campagna situata nei pressi del villaggio inglese di Great Bookham[1] (dintorni di Dorking[2]), nel Surrey (Inghilterra sud-orientale), che fu costruita in stile Regency[3][4] da Cubitt[4] nel 1824[3] e che è stata fatta rimodellare nel 1906[1] in stile edoardiano[4] dalla sua principale proprietaria, Margaret Greville[3]. La residenza è nota per il fatto di aver annoverato molti ospiti illustri, che comprendevano regnanti e altre celebrità.[1][2][3]

Attualmente l'edificio è di proprietà del National Trust.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Polesden Lace si trova tra Dorking e Leatherhead[5], a circa 4 miglia da Dorking[2]. La vista da Polesdey Lacey abbraccia le Surrey Hills e la campagna del Surrey. [2] La tenuta si estende in un'area di 1.400 acri. [1]

Gli interni della villa sono rimasti pressoché intatti rispetto all'epoca in cui vi risiedeva Mrs. Greville[3] : vi si possono ancora ammirare i menù e i lunghi elenchi di menù che animavano un tempo le serate mondane nella villa[3], oltre che la collezione di arte e ceramiche della Grenville[2], che comprende, tra l'altro, varie oper di artisti olandesi[2]. Tra le sale principali, figura la Gold Room ("Sala d'Oro"), realizzata per impressionare reali e maharaja.[2]

La villa è circondata da giardini, in cui spiccano piante quali l'acero e fiori quale le rose e l'iris. [1][2]

D'estate, nei giardini della villa vengono tenuti spettacoli teatrali e musicali.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sulla tenuta in cui ora sorge l'attuale villa, fu costruita un'abitazione già nel 1336.[1]

In seguito, la tenuta fu acquisita da Anthony Rous e dal celebre poeta Richard Brinsley Sheridan, rispettivamente nel 1630 e nel 1804.[1]

Negli anni venti-trenta del XX secolo, la tenuta era di proprietà di Joseph Bonsor (morto nel 1835), che vi fece costruire l'attuale villa.[1]

Nel 1906, gli interni furono ampliati per volere dei nuovi proprietari, i Grenville, da Charles Mewès e Arthur Davis, progettatori dell'Hotel Ritz di Londra.[1]

Nel 1923 alloggiarono a Polesden Lacey, durante il loro viaggio di nozze, re Giorgio VI d'Inghilterra e la consorte, la regina Elisabetta. [2][3] Quest'ultima, durante il suo soggiorno, commentò[2]:

(EN)

«This is a delicious house»

(IT)

«Questa è una casa deliziosa»

(Elizabeth Bowes-Lyon)

Polesden Lacey nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Cinema e fiction[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k Polesden Lacey su Nature Conservation
  2. ^ a b c d e f g h i j k Polesdey Lacey su National Trust
  3. ^ a b c d e f g A.A.V.V., Key Guide - Gran Bretagna, Touring Club Italiano, Milano, 2007, p 110
  4. ^ a b c d A.A.V.V., Gran Bretagna, Touring Club Italiano, Milano, 2003
  5. ^ A.A.V.V., Key Guide - Gran Bretagna, cit., p. 431

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]