Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Pokhara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pokhara
municipalità
पोखरा (Pokharā)
Pokhara – Veduta
Localizzazione
Stato Nepal Nepal
Regione Occidentale
Zona Gaṇḍakī
Distretto Kaski
Amministrazione
Sindaco Krishna Bahadur Thapa
Territorio
Coordinate 28°12′18.09″N 83°59′06.7″E / 28.205025°N 83.985193°E28.205025; 83.985193 (Pokhara)Coordinate: 28°12′18.09″N 83°59′06.7″E / 28.205025°N 83.985193°E28.205025; 83.985193 (Pokhara)
Superficie 44 km²
Abitanti 181 314 (2006)
Densità 4 120,77 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+5:45
Cartografia
Mappa di localizzazione: Nepal
Pokhara
Pokhara

Pokhara (पोखरा - Pokharā) è una città del Nepal, la seconda per abitanti, calcolati in 264,991 dal censimento del 2011[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È il capoluogo del distretto di Kaski nella Zona amministrativa di Gandaki. Si trova a 203 km ad ovest di Kathmandu, a 980 metri di quota. Pokhara è un centro di elevata importanza turistica e dispone di numerose strutture ricettive grazie alla sua posizione prossima a numerosi percorsi di trekking fra cui il circuito dell'Annapurna. Il quartiere di Lakeside, o quartiere turistico, si affaccia sulle sponde del Lago Phewa (Phewa Tal) dal quale è possibile ammirare il bianco stupa per la Pace Mondiale a sud, donato dai giapponesi, e il colle di Sarangkot a destra. Sarangkot è un forte situato a 1.300 metri di quota dal quale si ha una delle più belle vedute sull'Himalaya, la vista spazia dal Dhaulagiri (8.167 m) ad ovest, fino all'Annapurna, Machapuchare (6.993 m) e Manaslu (8.163 m) ad Est. Pokhara è anche famosa per il parapendio che negli ultimi anni ha raggiunto fama internazionale per il grande scenario che accompagna i voli davanti alla catena Himalayana. Nel fiume Trishuli che l'attraversa, viene praticato il rafting.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ National Planning Commission Secretariat, CBS Govt. of Nepal, National Population and Housing Census 2011 (National Report) (PDF), in NPHC, vol. 01, 2011, pp. 42. URL consultato il 17 settembre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN131375293 · GND: (DE4046492-1 · BNF: (FRcb11945255q (data)
Asia Portale Asia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di asia