Pokémon Masters

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pokémon Masters
videogioco
PiattaformaiOS, Android
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 29 agosto 2019[3]
GenereVideogioco di ruolo
TemaPokémon
OrigineGiappone
SviluppoDeNA
PubblicazioneThe Pokémon Company, DeNA
ProduzioneYu Sasaki[1][2], Tetsuya Iguchi
Direzione artisticaKen Sugimori
MusicheShota Kageyama, Haruki Yamada
SeriePokémon
Modalità di giocoGiocatore singolo, modalità cooperativa
Distribuzione digitaleApp Store, Google Play

Pokémon Masters (ポケモンマスターズ Pokemon Masutāzu?) è un videogioco free-to-play per sistemi operativi iOS e Android, sviluppato dalla DeNA[1][2], con la collaborazione di The Pokémon Company e del direttore artistico della serie Ken Sugimori[4][5]. Il gioco è stato pubblicato su App Store e Google Play a partire dal 29 agosto 2019 in tutto il mondo[3].

Nel gioco, il giocatore può partecipare a lotte Pokémon guidando un protagonista che a inizio gioco creerà e può personalizzare, ed anche altri personaggi che col tempo può sbloccare e acquistare. Ciascuno di questi personaggi avrà un Pokémon con sé con il quale formerà un'Unità, uno speciale legame tra i due[2][5].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gli eventi della storia principale si svolgono a Centralipoli, la città principale dell'isola artificiale di Pasio, dove il protagonista arriva, accompagnato dalle unità Misty e Brock, per partecipare al World Pokémon Masters (abbreviato in WPM), organizzato da Kelian, giovane principe tra l'altro creatore dell'isola di Pasio, che aveva ideato questo torneo per invitare gli allenatori migliori di tutte le regioni, e per dimostrare di essere l'Unità, nonché l'allenatore più forte di tutti[2].

Per accedere alle fasi finali del WPM il protagonista e le Unità alleate dovranno dapprima collezionare le medaglie ottenibili sconfiggendo i cinque Capi WPM[5]. Durante il torneo, tuttavia, sull'isola compare il Team Break, un'organizzazione criminale di allenatori mascherati che il giocatore dovrà affrontare per fermare i loro tentativi di rubare i Pokémon delle altre Unità.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

In Pokémon Masters, come nei titoli principali della serie, l'obiettivo principale è vincere le lotte Pokémon, in un sistema di scontri tre contro tre a turni. Al termine di essi, il giocatore otterrà come premio per la vittoria ricompense che consistono in strumenti dalla varia utilità, oltre che punti esperienza e monete. Ogni Unità sarà del tipo a cui appartengono le mosse principali conosciute dal Pokémon della stessa, organizzate in un set di mosse "attive" e strumenti utilizzabili direttamente dal giocatore, che possono arrivare fino a quattro, e un set di mosse passive e abilità, che l'Unità utilizzerà in maniera indiretta durante il combattimento per rendere più favorevoli gli esiti dello stesso. Vi è poi l'Unimossa, una mossa speciale di cui ciascuna Unità è dotata, che può rivelarsi decisiva per sconfiggere o comunque infliggere seri danni a un'Unità avversaria, e può inoltre potenziare le mosse normali compiute dopo di essa. Per attivare l'Unimossa, si deve azzerare un contatore delle mosse che il giocatore o l'avversario avrà compiuto nel corso della battaglia. Il giocatore, infine, deve prestare attenzione alla "barra delle mosse", che si consuma quando utilizza le mosse di un'Unità, e che si ricarica man mano lungo la durata del combattimento. Le mosse più potenti e decisive consumano maggiormente la barra, e quindi per riutilizzarle servirà più tempo di ricarica[2]. Le Unimosse, comunque, non dipendono da questa barra, e possono essere utilizzate in qualsiasi momento sono attivate.

Gli incontri sono suddivisi in "Gioca in solitaria", modalità in cui il giocatore combatte con tre delle sue Unità contro quelle avversarie[5], e "Gioca in compagnia", quella cooperativa dove sarà accompagnato da altri due giocatori online, ciascuno dei quali potrà schierare una sola Unità per volta (ma che potrà comunque sostituire quando vuole con le altre due che avrà portato). In questa modalità, inoltre, sarà presente un altro contatore, quello degli Attacchi Combinati, che si attiva quando tutti i giocatori avranno compiuto una mossa offensiva nello stesso turno. Il contatore si scaricherà man mano che i giocatori continueranno a danneggiare gli avversari (più la mossa sarà potente, più veloce sarà il processo), e una volta azzerato si attiverà l'attacco combinato, che sarà più potente a seconda del livello delle Unità e soprattutto se tutte saranno dello stesso tipo. Nel caricare l'attacco è possibile usare un'altra Unità che sostituirà quella precedente in campo.

Le Unità sono suddivise in tre categorie: vi sono quelli di ruolo Attaccante, specializzati nelle mosse offensive e dotate delle mosse che infliggono maggiori danni, e sono quindi quelle più importanti per sconfiggere gli avversari; quelle di ruolo Tecnico che hanno perlopiù mosse (sia attive che passive) utili per ostacolare l'avversario (facendolo ad esempio tentennare), procurargli problemi di stato (avvelenamento, paralisi, congelamento ecc. ), o ridurre le sue statistiche; infine vi sono quelle di ruolo Aiutante, essenziali per le mosse e gli strumenti di cui sono dotate, che aumenteranno le statistiche delle Unità alleate, curano la barra dei punti salute e i problemi di stato, oppure permetteranno di ricaricare subito la "barra delle mosse".

Centro Pokémon[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro Pokémon è il luogo di partenza per il giocatore quando si collega al gioco. Può scegliere di interagire con le Unità e i PNG presenti qui, oppure accedere alle modalità principali, tramite i banconi gestite dalle infermiere ( o, in maniera più veloce, premere i tasti corrispondenti a ciascuni di essi, nella parte bassa della schermata di gioco).

Avventura[modifica | modifica wikitesto]

Gestita dall'infermiera Tish, è la modalità principale dove il giocatore accede alle guide area per le lotte di gioco. In ciascuna guida area si affronterà un'Unità in particolare, con la quale avere scontri di difficoltà selezionabile e crescente (da livello "Normale" fino a "Esperto"), aumentando anche la quantità di strumenti che si possono ottenere. Essa è suddivisa in sezioni:

  • Storia : dove il giocatore può far avanzare la trama di gioco, suddivisa al momento in 21 capitoli, più 3 speciali, o comunque ripetere gli scontri affrontati in ciascuno di essi, anche in cooperativa.
  • Eventi: Guide area in cui si potranno affrontare Unità speciali e più potenti per un periodo limitato di giorni. Queste saranno utili per portare le missioni più importanti di gioco, e ottenere importanti strumenti e coupon evento, da utilizzare nel Negozio per ottenere ulteriori strumenti. Oltre a quelli normali, vi sono altre tipologie di Eventi come quelli dedicati al Potenziamento a un tipo specifico, per cui tutte le Unità appartenenti a quest'ultimo riceveranno molti più punti esperienza e saliranno velocemente di livello; e poi gli Eventi leggendari dove bisognerà affrontare Unità ancor più potenti, rappresentate da alcuni dei cosiddetti Pokémon Leggendari, la vittoria contro i quali permetterà di avere strumenti ancora più speciali ed utili a ottenere tali Unità e potenziarle.
  • Episodi Unità: In questi si può trascorrere del tempo con un'Unità per conoscerla meglio; oppure nel caso di alcune di esse, poter evolvere il loro Pokémon, al termine di una battaglia speciale e l'uso delle cosiddette "pietre evolutive".

Aree Extra: Qui sono presenti le Aree training, dove poter concentrarsi a raccogliere uno specifico strumento come ricompensa, e poter allenare le Unità. Nella modalità singola vi sono anche le Aree Training SP, che rispetto a quelle normali, possono essere affrontate in un delimitato periodo di tempo e un numero ristretto di volte (una per ogni difficoltà), ma assicurano un numero molto maggiore di ricompense, e più punti esperienza. In modalità cooperativa, invece, ci sono le Sfide Extra, che daranno come ricompensa materiali per gli accessori.

Negozio[modifica | modifica wikitesto]

Gestito dall'infermiera Tricia, qui sarà possibile acquistare Unità e scambiare strumenti e accessori. Le Unità saranno acquistabili tramite le Gemme, ottenibili soprattutto portando a termine le missioni e vincendo sfide mai affrontate; in alternativa sono acquistabili a pagamento. Sarà possibile effettuare due tipi di Ricerca Unità: quello normale dove in cambio di 300 gemme sarà possibile ottenere una sola Unità, e quelle x10 dove, al costo di 3000 gemme, è possibile ripetere il processo 10 volte. Il valore di un'Unità è data dalle stelle di cui è dotata (che vanno dalle 3 alle 5 stelle); più stelle avrà un'Unità, più il suo tasso di comparsa sarà basso, e sarà meno probabile da pescare. Durante le Ricerche è possibile ricevere un'Unità già in proprio possesso, e tale doppione permetterà di far avanzare il livello di potenza dell' Unimossa, fino a un massimo di volte, oltre le quali esse si trasformeranno in Uniticket. Un'eccezione sono le Unità Evento, che durante l'Evento in corso a loro dedicato, avranno un tasso di comparsa molto più alto e quindi più semplici da pescare. Per quanto riguarda gli strumenti, essi potranno essere acquistati in cambio di Coupon Evento, monete, e strumenti come le Perle e Megaperle. Il Negozio di strumenti sarà suddiviso nelle sezioni dedicate alle ricompense per i vari Eventi, quelle giornaliere, mensili, o comuni, e gli strumenti ottenibili con esse.

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Gestita dall'infermiera Tilia, è la modalità dove il giocatore può potenziare su vari aspetti le Unità. Essenziali per i potenziamenti sono gli strumenti che si otterranno come ricompense delle guide area, e ciascuno di essi avrà forme alternative (raffigurate in una cornice di bronzo, argentato o d'oro, in base alla loro importanza). Con i Manuali di rinforzo, ad esempio, si può aumentare i punti esperienza e il livello delle Unità. Le lattine di Fortosio, Acumene, e Assistina, servirà per una specifica categoria di Unità (Ad esempio il Fortosio servirà per i potenziamenti alle Unità Attaccante) avranno lo scopo principale di permettere ad un'Unità di sbloccare un livello massimo sempre maggiore a cui può arrivare; per sbloccare i livelli più alti, saranno necessari, però anche i Quaderni. Un altro uso che Fortosio, Acumene, e Assistina avranno è contribuire a sbloccare le mosse e le abilità di un'Unità, anche grazie alle Macchine allenamento e i Flaconi abilità. Con i materiali ottenibili nelle Sfide extra sarà possibile, invece, creare accessori utili per potenziare durante una lotta una statistica specifica, in particolare per un tipo di Unità. Infine con gli Uniticket è possibile aumentare il valore in stelle di un'Unità, e permettere a questa quindi di potenziare molto le proprie statistiche e raggiungere livelli più alti.

Missioni[modifica | modifica wikitesto]

Affrontando e vincendo le guide area il giocatore può completare le missioni che troverà nella apposita sezione. Le missioni saranno suddivise tra quelle Evento dove, come già detto, una volta completate daranno come ricompense soprattutto Gemme e Coupon (in particolare quelli dedicati a potenziare le Unità Leggendarie), quelle Comuni che assicurano soprattutto strumenti di potenziamento, e quelle Giornaliere che potranno essere completate ogni giorno.

Missioni Tris[modifica | modifica wikitesto]

È una tipologia speciale di missioni, organizzate in 9 caselle che formano una tessera quadrata. L'obiettivo oltre a completare le singole missioni, ciascuna delle quali darà una ricompensa, sarà anche completare tutte le 8 righe di caselle consecutive, in orizzontale, verticale e diagonale, a completare l'intera tessera di missioni, per ricevere ulteriori ricompense per ogni combinazione, oltre a quella finale di completamento della tessera. Le tessere di Missioni Tris saranno organizzate in 4 sezioni di difficoltà, più un'altra che il giocatore potrà completare una volta a settimana, e della quale potrà impostare la difficoltà a proprio piacimento.

Sviluppo e pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Masters è stato ideato da Ken Sugimori, che si è anche occupato della direzione artistica del gioco[6], con l'intento di riprendere gli allenatori più forti e importanti della serie principale, e avere occasione di interagirci e conoscerli meglio[4][5]. A collaborare con lui Yu Sasaki, creatore del gioco, che ha affermato che, oltre a Sugimori, durante il suo sviluppo ha lavorato a stretto contatto con The Pokémon Company[1].

Annunciato per la prima volta il 29 maggio 2019 durante una conferenza organizzata da The Pokémon Company per annunciare anche tanti altri titoli e piattaforme a tema Pokémon[6][7]. In seguito, il 24 luglio, è stata annunciata la data di lancio il 29 agosto[3], e il giorno dopo è stata resa disponibile una versione preview del gioco per gli utenti Android di Singapore[8], e il 6 agosto per quelli in Canada[9].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Prima ancora dell'effettiva uscita, Pokémon Masters ha raggiunto grandi numeri, facendo registrare a settimane dalla pubblicazione, già cinque milioni di utenti pre-registrati[10]. Il gran successo del gioco si è confermato nei primi giorni di uscita, nei quali Pokémon Masters ha raggiunto quota 10 milioni di utenti in soli quattro giorni[11], e in una settimana ha fruttato alla DeNA e The Pokémon Company ben 25 milioni di dollari, classificandosi come la seconda app a tema Pokémon (dopo Pokémon GO), ad aver raggiunto un simile traguardo in così poco tempo[12].

Nonostante l'immediato successo nei numeri, Pokémon Masters è stato presto raggiunto anche da numerose critiche di giocatori e recensori, che hanno lamentato problematiche come la ripetitività e poca longevità del gioco, e lo squilibrio per alcuni fattori di gameplay, come la distribuzione di mosse e abilità tra le varie Unità, e quella di distribuzione delle ricompense[13]. Ad esempio, secondo il sito Spaziogames.it, l'esperienza di gioco viene compromessa dalla possibilità di ottenere poche Gemme nel corso del gioco, favorendo l'acquisto con microtransazioni delle Gemme a pagamento, che rende "la strada per chi decide di non spendere un centesimo sul titolo impervia"[14]. A fronte delle critiche diffuse dalla community mondiale del gioco, gli sviluppatori della DeNA sono stati spinti a presentare una lettera di scuse ai fan, assicurando loro che in aggiornamenti futuri avrebbero migliorato il loro approccio al gioco, rendendolo migliore e più coinvolgente[15].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) We Interview DeNA’s Yu Sasaki about Pokémon Masters, su pokemon.com, 28 agosto 2019. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  2. ^ a b c d e Pokémon Masters: resoconto della presentazione del 27 giugno, su nintendoomed.it, 27 giugno 2019. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  3. ^ a b c (EN) Pokémon Masters now avaible!, su pokemonmasters-game.com, 24 luglio 2019. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  4. ^ a b (EN) Pokémon [pokemon], Fun fact: #PokemonMasters began with a suggestion from Ken Sugimori of @GAMEFREAK_info, who wanted to create a game featuring all past and present Pokémon Trainers from the video games. Stay tuned for more on Pokémon Masters. We’ll share additional info as soon as we can! (Tweet), su twitter.com, 28 maggio 2019. URL consultato il 15 gennaio 2020 (archiviato il 14 gennaio 2020).
  5. ^ a b c d e Lotta contro Allenatori leggendari in Pokémon Masters questa estate!, su pokemonnext.it, 27 giugno 2019. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  6. ^ a b Pokémon Masters, un nuovo gioco per smartphone diretto da Ken Sugimori, su pokemonmillennium.net. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  7. ^ POKEMON MASTERS, HOME E SLEEP: TUTTE LE NOVITÀ DELLA CONFERENZA DEL 29 MAGGIO, su everyeye.it. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Pokemon Masters Soft Launch Now In Singapore, su stuff.tv. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  9. ^ (EN) Pokemon Masters Pre-Release Available in Canada Now, su gamepress.gg. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  10. ^ Pokémon Masters ha già 5 milioni di giocatori pre-registrati, su it.ign.com. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  11. ^ Pokémon Masters raggiunge quota 10 milioni in quattro giorni!, su rollingstone.it. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  12. ^ (EN) Pokémon Masters Revenue Surpasses $25 Million in Its First Week, su sensortower.com. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  13. ^ Pokémon Masters: la recensione, su multiplayer.it. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  14. ^ Pokémon Masters/Recensione Mobile, su spaziogames.it. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  15. ^ Pokémon Masters: DeNa presenta una lettera di scuse ai fan, su nintendoomed.it. URL consultato il 15 gennaio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]