Pogona vitticeps

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Drago barbuto
Bartagame fcm.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Infraordine Iguania
Famiglia Agamidae
Sottofamiglia Amphibolurinae
Genere Pogona
Specie P.  vitticeps
Nomenclatura binomiale
Pogona vitticeps
Ahl, 1926

Il drago barbuto (Pogona vitticeps Ahl, 1926) è un sauro della famiglia Agamide endemico delle regioni aride e semiaride dell'Australia centrale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dettaglio della barba in espansione.

I draghi barbuti prendono il loro nome comune dalle squame scure e appuntite presenti nella zona sotto il mento, le quali, soprattutto nei maschi, ricordano una barba quando la espandono per intimidire i predatori[2]. Presentano dimorfismo sessuale: i maschi sono più grandi e possiedono una "barba" più scura e visibile, testa più larga, pori femorali più evidenti e apertura cloacale più grossa[3]. Solitamente la livrea è bruno-giallastra con qualche macchia più scura per mimetizzarsi meglio nei deserti. La lunghezza compresa la coda si aggira attorno ai 50-60 cm da adulti; da giovani arrivano a 30 cm, ma alla nascita non superano gli 8 cm.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa in buona parte dei deserti dell'Australia centrale e orientale.

Primo piano di femmina adulta.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Sono lucertole onnivore; da giovani tendano ad essere per lo più insettivori, e tendono a mangiare più vegetali da adulti.[4]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Piccolo da poco uscito dall'uovo

La maturità sessuale si raggiunge intorno agli 8-12 mesi e sarà possibile vedere chiaramente la differenza di sesso. In cattività si risveglia l'istinto sessuale sottoponendo gli animali alla brumazione.[senza fonte]

Durante il corteggiamento, i draghi barbuti maschi espandono la barba il più possibile, si sollevano sugli arti anteriori, fanno head bobbing. La femmina può reagire in diversi modi, accettato il corteggiamento si preparerà al rapporto stendendosi a terra.

Durante il rapporto i maschi sono soliti mordere le femmine, tuttavia esse non recano alcun danno perché dotate di pelle robusta e resistente. Il rapporto dura circa un minuto e può ripetersi nell'arco della giornata.

Come la maggior parte degli animali, nel periodo degli accoppiamenti, i maschi sono molto più aggressivi e territoriali del solito.

Una volta copulato il ventre della femmina inizierà a gonfiarsi e sarà visibile già dopo una o due settimane.[senza fonte]

In cattività[modifica | modifica wikitesto]

I draghi barbuti, per la loro indole mansueta, sono molto comuni in commercio. Ad averli resi comuni nei negozi di animali, oltre la docilità, è la loro affettività (almeno apparente): infatti si abituano subito ad essere toccati, accarezzati, presi in mano o addirittura prendere il cibo dalle mani. Se in buone condizioni, possono vivere dai 12 ai 18 anni[5].

Tre Morphs di draghi barbuti, da sinistra: Citrus tiger, Red e Sunbrust

Varietà più comuni in commercio[modifica | modifica wikitesto]

Data la popolarità di questi animali già a partire dagli anni '70[6], sono disponibili in commercio diverse forme e varietà (dette Morph):

  • Ancestrale: la varietà naturale, nonché la più comune, bruno-giallastra.
  • Red: dove il dorso e la testa sono quasi completamente rossi maculati di bianco e leggermente striati di azzurro.
  • Bloody red: simile alla varietà Red ma più scuro.
  • Ruby red: molto simile a Blood red.
  • Sandifire red: giallo ocra con venature nelle zampe e nella testa rossi e striato di arancio.
  • Orange: livrea quasi uniformemente arancione, striata di viola e giallo.
  • Citrus tiger: livrea gialla accesa venata di azzurro, viola e arancio.
  • Sunbrust: livrea quasi unicamente gialla, striata più chiara e azzurra.
  • Tangerine: livrea uniformemente arancio chiaro.
  • Gold: livrea uniformemente dorato scura
  • Lemon fire: simile a Gold, ma molto più acceso.
  • Citrus: identico a Sunbrust, ma con barba rossa.
  • Sandfire gold: simile a Gold, ma più chiaro.
  • Yellow: livrea gialla con macchie azzurro-violacee.
  • Purple: livrea violacea con macchie e strisce bianche.
  • Blue: livrea bluastra con macchie e strisce bianche.
  • White: livrea quasi uniformemente bianca.
  • Snow: molto simile a White, ma il bianco è solitamente più puro.
  • Albino: simile a White ma con occhi rossi e corpo più rosato (varietà più rara).
  • Black: livrea uniformemente nera, o simile a Natural con zampe, testa e coda neri.
  • Black beard: può essere di tutte le varietà (escludendo White, Snow, Albino e Black), ma con la barba nera.
  • Black tail: può essere di tutte le varietà (escludendo White, Snow, Albino e Black), ma con la coda nera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Steve Wilson, Jane Melville, IUCN Red List of Threatened Species: Pogona vitticeps, su IUCN Red List of Threatened Species, 15 giugno 2017. URL consultato il 24 maggio 2021.
  2. ^ (EN) The Pet Enthusiast, su TPE, 11 ottobre 2019. URL consultato il 24 maggio 2021.
  3. ^ Reptile Care and Husbandry: Bearded Dragons, su web.archive.org, 19 febbraio 2012. URL consultato il 24 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2012).
  4. ^ (EN) The Ultimate Bearded Dragon Care Guide for Beginners - Reptile.Guide, su reptile.guide. URL consultato il 25 maggio 2021.
  5. ^ Pogona vitticeps, su The Reptile Database. URL consultato il 24 maggio 2021.
  6. ^ Steve Grenard –Your Happy Healthy Pet: Bearded Dragon 2nd Edition, page 35

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili