Plebisciti del Regno d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Plebiscito del 1860)
Una donna della campagna romana, in costume tradizionale, vota a favore dell'annessione. Luigi Riva: dipinto allegorico sul plebiscito del 1870

I plebisciti del Regno d'Italia si tennero tra il 1859 e il 1870 per ratificare l'annessione prima al Regno di Sardegna e poi al Regno d'Italia, sancendo così l'Unità d'Italia.

In particolare la Legge 3 dicembre 1860, n. 4497, del Regno di Sardegna conferì al governo sabaudo la facoltà di accettare per regi decreti l'annessione di quelle Province dell'Italia centrale e meridionale che avessero espresso autonomamente, per suffragio diretto universale (maschile), la volontà delle popolazioni a far parte del Regno.

Quei plebisciti[1] si differenziano però sostanzialmente dai referendum così come sono disciplinati nella Repubblica Italiana.

Nella presente voce sono riportati i risultati di questi plebisciti; sono poi ricompresi anche i plebisciti elettorali svoltisi durante il regime fascista.

Vittorio Emanuele II di Savoia riceve i risultati del plebiscito dell'11-12 marzo 1860 sull'annessione della Toscana al Regno di Sardegna, tempera di Carlo Bossoli

Plebisciti del Regno di Sardegna[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le variazioni territoriali connesse con il Regno di Sardegna e successivamente con il Regno d'Italia, avvenute durante il periodo risorgimentale, furono legittimate indicendo e svolgendo dei plebisciti.

1848[modifica | modifica wikitesto]

Ducato di Parma e Piacenza e Province Lombarde[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Plebiscito per l'unione Lombardo-Piemontese.

Il plebiscito venne svolto durante la prima fase vittoriosa, per i patrioti italiani, della Prima guerra d'indipendenza, quando l'Esercito Imperiale Austriaco si era ritirato da parte dell'Italia settentrionale del suo Regno Lombardo-Veneto.

Plebisciti per l'annessione al Flag of Italy (1861-1946).svg Regno di Sardegna del maggio/giugno 1848
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Flag yellow blue.svg Ducato di Parma e Piacenza
(Province piacentine)
10 maggio 1848  ?
100%
 ?
?%
 ?
?%
 ?
?%
 ?
?%
 ?
?%
-
Flag yellow blue.svg Ducato di Parma e Piacenza
(Province parmensi)
24 maggio 1848 39.000
100%
38.851
99,62%
37.250
95,51%
1.601[2]
4,11%
149
0,38%
0
0%
-
Flag of Kingdom of Lombardy-Venetia.svg Regno Lombardo-Veneto
(Province Lombarde)
8 giugno 1848  ?
?%
561.683
100%
561.002
99,88%
681
0,12%
 ?
?%
 ?
?%
-

Note: Dalle Province Lombarde era esclusa gran parte dell'odierna Provincia di Mantova, in quanto rimasta all'Impero austriaco; la Lomellina e l'Oltrepò Pavese in quanto facenti già parte del Regno di Sardegna. Il plebiscito delle Province Lombarde dell'8 giugno 1848 non ebbe efficacia in quanto nel mese successivo l'Impero austriaco sconfisse il Regno di Sardegna nella Prima guerra di indipendenza italiana. Le Province Lombarde furono annesse al Regno di Sardegna dopo la Seconda guerra di indipendenza italiana, nel giugno 1859. Il 9 giugno 1859 il Consiglio Comunale di Milano sancì la validità del plebiscito del 1848 senza lo svolgimento di una nuova consultazione popolare.

1859[modifica | modifica wikitesto]

Ducato di Modena e Reggio e Ducato di Parma e Piacenza[modifica | modifica wikitesto]

Plebisciti per l'annessione al Flag of Italy (1861-1946).svg Regno di Sardegna dell'agosto/settembre 1859
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Bandiera del ducato di Modena e Reggio.gif Ducato di Modena e Reggio 20 agosto[senza fonte] 1859  ?
100%
 ?
?%
 ?
?%
 ?
?%
 ?
?%
 ?
?%
-
Flag of the Duchy of Parma (1851-1859).svg Ducato di Parma e Piacenza 4 settembre 1859  ?
?%
63.680
100%
63.176
99,21%
504
0,79%
 ?
?%
 ?
?%
-

Note: Per i risultati del Parmense vedere Emmanuele Bollati, "Fasti Legislativi e Parlamentari delle Rivoluzioni Italiane del Secolo XIX", Volume 2° "1859-1861", Parte I "Lombardia - Emilia", Giuseppe Civelli, Milano, 1865, pag. 347

1860[modifica | modifica wikitesto]

Emilia e Granducato di Toscana[modifica | modifica wikitesto]

Plebisciti per l'annessione al Flag of Italy (1861-1946).svg Regno di Sardegna dell'11/12 marzo 1860
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Flag of the Papal States (1808-1870).svg Stato Pontificio
(Legazione delle Romagne)
11/12 marzo 1860 252.727
100%
203.384
80,48%
202.659
80,19%
254
0,10%
49.343
19,52%
471
0,19%
-
Bandiera del ducato di Modena e Reggio.gif Ducato di Modena e Reggio
(Provincia Estense di Modena)
11/12 marzo 1860 131.527
100%
108.798
82,72%
108.336
82,37%
231
0,18%
22.729
17,28%
231
0,18%
-
Bandiera del ducato di Modena e Reggio.gif Ducato di Modena e Reggio
(Provincia Estense di Massa e Carrara)
11/12 marzo 1860 36.814
100%
23.584
64,06%
23.492
63,81%
62
0,17%
13.230
35,94%
30
0,08%
-
Flag of the Duchy of Parma (1851-1859).svg Ducato di Parma e Piacenza
(Provincia di Parma)
11/12 marzo 1860 107.435
100%
88.692
82,55%
88.511
82,39%
181
0,17%
18.743
17,45%
0
0%
-
Flag of the Duchy of Parma (1851-1859).svg Ducato di Parma e Piacenza
(Provincia di Borgotaro)
11/12 marzo 1860 7.715
100%
3.054
39,59%
3.008
38,99%
28
0,36%
4.661
60,41%
18
0,23%
-
Flag of the Grand Duchy of Tuscany (1840).svg Granducato di Toscana 11/12 marzo 1860 534.000
100%
386.446
72,37%
366.571
68,65%
14.925
2,79%
147.554
27.63%
4.949
0,93%
-
Quesito: «Volete l'unione alla monarchia costituzionale di Re Vittorio Emanuele II?»

Decreto di Annessione: Regio Decreto 18 marzo 1860 n. 4004: «Le province dell'Emilia fanno parte del Regno d'Italia».

Decreto di Annessione: Regio Decreto 22 marzo 1860 n. 4014: «Le province della Toscana fanno parte del Regno d'Italia».

Fonte: Statuto Fondamentale del Regno in data 4 marzo 1848 corredato di lettere patenti, decreti, proclami, plebisciti con intestazioni degli atti di governo e formola per la promulgazione delle leggi, Stamperia della Gazzetta del popolo, Torino, 1884
Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Scienze Giuridiche, Archivio di Diritto e Storia Costituzionali, "Atti Costitutivi dell'Unità d'Italia (1859-1860)", Torino
Camera dei Deputati, "Le assemblee del risorgimento. Prefazione generale. Piemonte – Lombardia – Bologna – Modena – Parma", Roma, 1911

Note: Al plebiscito del 1860 al Granducato di Toscana fu esclusa la Romagna toscana (parte delle ex Legazioni pontificie) e l'isola di Capraia (parte del Regno di Sardegna).

Provincia di Nizza e Provincia di Savoia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Trattato di Torino (1860).
Plebisciti per l'annessione al Flag of France.svg Secondo Impero francese dell'aprile 1860
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli
+ "Zona franca"
Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Flag of Italy (1861-1946).svg Regno di Sardegna
Comte de Nice flag.svg Provincia di Nizza
15/16 aprile 1860 30.712
100%
25.933
84,44%
- 25.743
83,82%
160
0,52%
4.779
15,56%
30
0,10%
-
Flag of Italy (1861-1946).svg Regno di Sardegna
Savoie flag.svg Provincia di Savoia
22/23 aprile 1860 135.449
100%
130.839
96,60%
47.000
34,70%
130.523
96,36%
245
0,18%
4.610
3,40%
71
0,05%
6.033 su 6.350
4,45% (94,96%) su 4,69% (100%)
Fonte: Henri Ménabréa & Paul Guichonnet, "Pour la Savoie", Conseil Général des Alpes-Maritimes, Nizza

Regno delle Due Sicilie[modifica | modifica wikitesto]

Plebisciti per l'annessione al Flag of Italy (1861-1946).svg Regno di Sardegna del 21 ottobre 1860
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Flag of the Kingdom of the Two Sicilies (1860).svg Regno delle Due Sicilie
(Province napoletane)
21 ottobre 1860 1.650.787
100%
1.312.376
79,50%
1.302.064
78,88%
10.312
0,62%
338.411
20,50%
 ?
?%
-
Flag of the Kingdom of the Two Sicilies (1860).svg Regno delle Due Sicilie
(Province siciliane)
21 ottobre 1860 575.425
100%
432.720
75,20%
432.053
75,08%
667
0,12%
142.705
24,80%
 ?
?%
-
Quesito: «Il popolo vuole l'Italia Una e Indivisibile con Vittorio Emanuele Re costituzionale e i suoi legittimi discendenti?»

Decreto di Annessione: Regio Decreto 17 dicembre 1860 n. 4498: «Le province napoletane fanno parte del Regno d'Italia», pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n. 306 del 26 dicembre 1860

Decreto di Annessione: Regio Decreto 17 dicembre 1860 n. 4499: «Le province siciliane fanno parte del Regno d'Italia», pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n. 306 del 26 dicembre 1860

Fonte: Statuto Fondamentale del Regno in data 4 marzo 1848 corredato di lettere patenti, decreti, proclami, plebisciti con intestazioni degli atti di governo e formola per la promulgazione delle leggi, Stamperia della Gazzetta del popolo, Torino, 1884

Note: Sia le province napoletane che le province siciliane erano parte dal 1816 del Regno delle Due Sicilie. A questo plebiscito venne concesso di votare alla patriota Marianna De Crescenzo, detta la Sangiovannara, unica donna ammessa al voto e probabilmente la prima donna votante in una consultazione in Italia [3]

Legazione delle Marche e Legazione dell'Umbria[modifica | modifica wikitesto]

Plebisciti per l'annessione al Flag of Italy (1861-1946).svg Regno di Sardegna del 4 novembre 1860
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Flag of the Papal States (1808-1870).svg Stato Pontificio
(Legazione delle Marche)
4 novembre 1860 212.000
100%
134.977
63,67%
133.765
63,10%
1.212
0,57%
77.023
36,33%
 ?
?%
-
Flag of the Papal States (1808-1870).svg Stato Pontificio
(Legazione dell'Umbria)
4 novembre 1860 123.000
100%
97.708
79,44%
97.400
79,19%
308
0,25%
25.292
20,56%
 ?
?%
-
Quesito: Volete far parte della monarchia costituzionale del Re Vittorio Emanuele?

Decreto di Annessione: Regio Decreto 17 dicembre 1860 n. 4500: «Le province delle Marche fanno parte del Regno d'Italia».[4]

Decreto di Annessione: Regio Decreto 17 dicembre 1860 n. 4501: «Le province dell'Umbria fanno parte del Regno d'Italia».

Fonte: Statuto Fondamentale del Regno in data 4 marzo 1848 corredato di lettere patenti, decreti, proclami, plebisciti con intestazioni degli atti di governo e formola per la promulgazione delle leggi, Stamperia della Gazzetta del popolo, Torino, 1884

Note: Le Marche comprendevano l'alta Val Marecchia e il mandamento di Gubbio ora in Umbria, l'Umbria comprendeva il circondario di Rieti ora in Lazio e il mandamento di Visso ora nelle Marche e escluso il mandamento di Gubbio nelle Marche. A questo plebiscito venne eccezionalmente concesso il voto alla poetessa e patriota Maria Alinda Bonacci Brunamonti, unica donna a cui fu concesso il voto.

Plebisciti del Regno d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

1866[modifica | modifica wikitesto]

Province Venete & Provincia di Mantova[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Plebiscito del Veneto del 1866.
Plebisciti per l'annessione al Flag of Italy (1861-1946).svg Regno d'Italia del 21/22 ottobre 1866 Plebisciti dell'ottobre 1866
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Flag of Kingdom of Lombardy-Venetia.svg Regno Lombardo-Veneto
(Province Venete & Provincia di Mantova)
21/22 ottobre 1866 665.189
100%
647.686
97,37%
647.246
97,30%
69
0,01%
17.503
2,63%
371
0,06%
-
Quesito: Dichiariamo la nostra unione al Regno d'Italia sotto il Governo monarchico-costituzionale del re Vittorio Emanuele II e de' suoi successori.

Decreto di Annessione: Regio Decreto del 4 novembre del 1866 n. 3300: «Le provincie Venete e quella di Mantova fanno parte del Regno d'Italia».

Fonte: Statuto Fondamentale del Regno in data 4 marzo 1848 corredato di lettere patenti, decreti, proclami, plebisciti con intestazioni degli atti di governo e formola per la promulgazione delle leggi, Stamperia della Gazzetta del popolo, Torino, 1884

Nota: Tra le Province Venete era compresa la Provincia del Friuli, corrispondente alle attuali Province di Udine e Pordenone

1870[modifica | modifica wikitesto]

Circondario di Roma[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Presa di Roma § Plebiscito di annessione del 2 ottobre 1870.
Plebiscito per l'annessione al Flag of Italy (1861-1946).svg Regno d'Italia del 2 ottobre 1870
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli Esercito
Flag of the Papal States (1808-1870).svg Stato Pontificio
(Circondario di Roma)
2 ottobre 1870 167.548
100%
135.291
80,75%
133.681
79,79%
1.507
0,90%
32.257
19,25%
103
0,06%
-
Quesito: Desideriamo essere uniti al Regno d'Italia, sotto la monarchia costituzionale del re Vittorio Emanuele II e dei suoi successori.

Decreto di Annessione: Regio Decreto 9 ottobre 1870, n. 5903: «Roma e le provincie romane fanno parte del Regno d'Italia»

Fonte: Statuto Fondamentale del Regno in data 4 marzo 1848 corredato di lettere patenti, decreti, proclami, plebisciti con intestazioni degli atti di governo e formola per la promulgazione delle leggi, Stamperia della Gazzetta del popolo, Torino, 1884

Note: Lo Stato Pontificio nel 1870 corrispondeva all'incirca all'odierno Lazio, escluso il Basso Lazio, la Provincia di Rieti e le Isole Ponziane.

Plebisciti elettorali del Regno d'Italia in Era Fascista[modifica | modifica wikitesto]

In Era Fascista (1922-1943) l'elezione a suffragio dei candidati venne sostituita dal plebiscito in cui il corpo elettorale era chiamato a esprimersi su una lista unica bloccata.

1929[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Elezioni politiche italiane del 1929.
Plebiscito elettorale del 24 marzo 1929
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli
Flag of Italy (1861-1946) crowned.svg Regno d'Italia 24 marzo 1929 9.682.630
100%
8.661.820
89,46%
8.517.838
87,97%
135 773
1,40%
1.020.810
10,54%
8.209
0,08%

1934[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Elezioni politiche italiane del 1934.
Plebiscito elettorale del 25 marzo 1934
Territorio Data Iscritti Votanti Yes check.svg Favorevoli X mark.svg Contrari Astenuti Nulli
Flag of Italy (1861-1946) crowned.svg Regno d'Italia 25 marzo 1934 10.527.608
100%
10.060.426
95,56%
10.043.875
95,41%
15.215
0,14%
467.182
4,44%
1.336
0,01%

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Così citati nella toponomastica di molte città italiane.[1][2][3]
  2. ^ I voti erano così suddivisi: 1.100 (2,56%) per Carlo Ferdinando di Borbone-Due Sicilie, 500 (1,28%) per lo Stato Pontificio e 1 (0,003%) per la repubblica
  3. ^ Treccani: I plebisciti e le elezioni
  4. ^ Decreto 17 dicembre 1860 n. 4500

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]