Player One

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Player One (disambigua).
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Ready Player One" rimanda qui. Se stai cercando il film tratto dal libro, vedi Ready Player One (film).
Player One
Titolo originaleReady Player One
Altri titoliReady Player One
AutoreErnest Cline
1ª ed. originale2010
1ª ed. italiana2011
Genereromanzo
Sottogenerefantascienza distopica
Lingua originale inglese

Player One (Ready Player One) è un romanzo di fantascienza distopica del 2010 di Ernest Cline, il primo pubblicato dallo sceneggiatore e scrittore statunitense.

Il titolo originale dell'opera, Ready Player One, rimanda alla classica schermata di avvio dei primi videogiochi arcade prodotti all'inizio degli anni ottanta del XX secolo. Il titolo originale Ready Player One è stato ripreso nella riedizione italiana del romanzo del 2017.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2045 la Terra è un pianeta sovrappopolato e inquinato, in cui la maggior parte degli individui vive in stato di indigenza e le fonti energetiche sono quasi del tutto esaurite.[1] L'unico svago per le persone comuni è OASIS (acronimo di Ontologically Anthropocentric Sensory Immersive Simulation, «Simulazione di Immersione Sensoriale Ontologicamente Antropocentrica»), un mondo virtuale ideato dal programmatore James Halliday a cui si può accedere gratuitamente grazie a un semplice visore e a un paio di guanti aptici.

Alla morte di Halliday si scopre che ha lasciato in eredità il suo mondo virtuale - che vale miliardi di dollari - alla prima persona che riuscirà a risolvere una serie di indovinelli e giochi di intelligenza disseminati nell'universo di OASIS. Milioni di persone (soprannominati Gunter, ossia egg hunter) decidono di cimentarsi nell'impresa, e fra questi c'è Wade Owen Watts, un diciottenne nerd sovrappeso appassionato di videogames, giochi di ruolo e della cultura degli anni ottanta in generale, che vive con la zia a Oklahoma City nelle "cataste", un distretto colpito dalla povertà costituito da container e case mobili ammucchiate l'una sull'altra.[2]

Wade ha un vantaggio rispetto a molti Gunter: è cresciuto nel mito di Halliday, conosce tutto della sua vita e dei suoi gusti personali, e questo potrebbe rappresentare un notevole vantaggio per la risoluzione degli intricati enigmi. Ma l'opportunità di mettere le mani su OASIS ha attirato anche la IOI (Innovative Online Industries), una potente e spregiudicata multinazionale pronta a tutto pur di vincere la sfida.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Ernest Cline, Ready Player One, traduzione di Laura Spini, DeA Planeta, 2017, pp. 448, ISBN 978-88-511-5333-5.
  • Ernest Cline, Player One, traduzione di Laura Spini, collana Special Books N. 10, ISBN Edizioni, 2011, pp. 632, ISBN 978-88-7638-255-0.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Audiolibro[modifica | modifica wikitesto]

Da questo romanzo è tratto un audiolibro in lingua originale narrato dall'attore Wil Wheaton.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ready Player One (film).

La Warner Bros. ha acquistato i diritti del libro nel giugno del 2010[3] e nel 2014 la regia della pellicola è stata proposta a Christopher Nolan, Robert Zemeckis, Matthew Vaughn, Edgar Wright e Peter Jackson[4], prima di essere affidata nel marzo del 2015 a Steven Spielberg[5][6]. Il film è uscito nei cinema mondiali il 28 marzo 2018[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Annalee Newitz, Read the first two chapters of Ernest Cline's new novel, Ready Player One, su gizmodo.com. URL consultato il 16 aprie 2018.
  2. ^ Nathan Poppe, Why isn't Steven Spielberg's 'Ready Player One' movie set in OKC?, NewsOK, 1° febbraio 2018. URL consultato il 4 aprile 2018.
  3. ^ (EN) Alex Billington, WB Picks Up Ernie Cline's New Geek Novel 'Ready Player One', in [1], 18 giugno 2010. URL consultato il 12 settembre 2011.
  4. ^ Silvia Nicoletti, Non solo Christopher Nolan: per Ready Player One sono in lizza altri 4 registi, in [2], 6 dicembre 2014. URL consultato l'8 dicembre 2014.
  5. ^ (EN) Anita Busch, Steven Spielberg To Direct Sci-Fi Cult Favorite ‘Ready Player One'; Back At Warner Bros, in [3], 25 marzo 2015. URL consultato il 25 marzo 2015.
  6. ^ Perché è ottimo che Spielberg diriga "Ready Player One", su Wired. URL consultato il 30 giugno 2016.
  7. ^ Steven Spielberg, Mark Rylance e T. J. Miller, Ready Player One, 30 marzo 2018. URL consultato il 14 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]