Platycodon grandiflorus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Platycodon grandiflorus
Platycodon grandiflorum2.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Campanulales
Famiglia Campanulaceae
Genere Platycodon
A.DC.
Specie P. grandiflorus
Nomenclatura binomiale
Platycodon grandiflorus
(Jacq.) A.DC.

Platycodon grandiflorus (Jacq.) A.DC. è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Campanulaceae[1], e l'unica specie del genere Platycodon (il cui nome deriva dal greco antico πλατύς "ampio" κώδων "campana"). Essa è originaria dell'Estremo Oriente (Cina, Corea, Giappone e dell'Estremo Oriente russo).[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Boccioli a forma di palloncino gonfiato

Cresce fino a 60 centimetri in altezza e 12 in larghezza, ha foglie verde scuro e fiori azzurri nella tarda estate. Una caratteristica degna di nota di questa pianta è che il bocciolo del suo fiore si gonfia come un palloncino prima della sua completa apertura.[3] I cinque petali sono raggruppati insieme a forma di campana, come la "parente" campanula. Ve ne sono varietà coltivate di color bianco, rosa e purpureo.[4] In Corea i fiori bianchi sono più comuni. Questa pianta[5] con i suoi cultivar del gruppo Apoyama[6] e Mariesii[7] hanno ottenuto il Premio di Merito del Giardino della Royal Horticultural Society.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Una radice fresca di doraji

In Corea la pianta è conosciuta come doraji (coreano 도라지) e la sua radice, fresca o seccata, è un popolare ingrediente nelle insalate della cucina coreana tradizionale. La campanula cinese (chiamata in cinese 桔梗) è anche utilizzata nella medicina tradizionale cinese.

Proprietà medicinali[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

I composti estratti e purificati (saponine) dalle radici di Platycodon grandiflorum possono presentare proprietà neuroprotettive, antimicrobiche, antinfiammatorie, antitumorali, antillergiche, miglior resistenza all'insulina e proprietà riduttive del colesterolo.[8] Le evidenze di questi effetti potenziali sono state principalmente osservate in vitro, ad eccezione degli effetti di abbassamento del colesterolo, che sono stati documentati sia in vitro con esperimenti sui topi.

La mancanza di efficacia e i limiti di sicurezza per l'utilizzo sull'uomo richiedono comunque ulteriori ricerche.

In Corea le radici sono comunemente utilizzate nel trattamento terapeutico di bronchiti, asma, tubercolosi, diabete ed altre malattie infiammatorie.

In Cina sono utilizzate come sedativo per la tosse e come espettorante per comuni raffreddori, tosse, mal di gola e tonsillite.[8]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone[modifica | modifica wikitesto]

Il fiore è chiamato kikyō (桔梗) in Giapponese. Tradizionalmente è uno dei "sette fiori dell'autunno". Inoltre il "sigillo della campanula" è il cimiero Mon di alcuni clan.

In Corea[modifica | modifica wikitesto]

In Corea la campanula bianca (doraji) è cantata nelle canzoni popolari tradizionali Doraji.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Platycodon grandiflorus, in The Plant List. URL consultato il 13 dicembre 2016.
  2. ^ Flora of China - Platycodon grandiflorus Orto botanico del Missouri, – via eFloras.org.
  3. ^ (EN) http://platycodon.net/
  4. ^ (EN) RHS A-Z encyclopedia of garden plants, Regno Unito, Dorling Kindersley, 2008, ISBN 1405332964.
  5. ^ (EN) RHS Plant Selector - Platycodon grandiflorus, su apps.rhs.org.uk. URL consultato il 28 maggio 2013.
  6. ^ (EN) RHS Plant Selector - Platycodon grandiflorus Apoyama group, su apps.rhs.org.uk. URL consultato il 28 maggio 2013.
  7. ^ (EN) RHS Plant Selector - Platycodon grandiflorus Mariesii, su apps.rhs.org.uk. URL consultato il 28 maggio 2013.
  8. ^ a b (EN) Nyakudya E.; Jeong JH.; Lee NK.; Jeong YS. (2014) Platycosides from the Roots of Platycodon grandiflorum and Their Health Benefits. Preventative Nutrition and Food Science 19 (2): 59-68. PMID 25054103.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica