Platinum (Mike Oldfield)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Platinum
Artista Mike Oldfield
Tipo album Studio
Pubblicazione 23 novembre 1979
Durata 37 min : 41 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Musica minimalista
Pop rock
Rock progressivo
Musica elettronica
Etichetta Virgin Records
Produttore Tom Newman
Formati LP, MC
Mike Oldfield - cronologia
Album precedente
(1978)
Album successivo
(1980)

Platinum è un album di Mike Oldfield, pubblicato del 1979 da Virgin Records in formato LP e MC. L'album è conosciuto anche con il titolo di Airborn, versione pubblicata nel 1980 per il mercato nordamericano con un differente ordine dei brani.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il primo lato dell'LP presenta una suite strumentale di quasi 20 minuti intitolata Platinum che, a differenza di altri brani lunghissimi quali Tubular Bells e Ommadawn, si divide in quattro parti. Le prime due parti di Platinum sono caratterizzate da atmosfere vicine al rock progressivo. Queste composizioni si reggono su una forte melodia suonata principalmente dalla chitarra elettrica.

  • Part I: "Airborne" è un brano lento dalla durata di 5 minuti che si costruisce sopra due riff; quello del sintetizzatore e quello della chitarra.
  • Parte II: "Platinum" (6 minuti) è caratterizzato da un ritmo semplice e ripetitivo, affidato alla chitarra.
  • Parte III: "Charleston" è divertente e volutamente ingenuo, si riconosce soprattutto dal suo ritmo semplice e dalla melodia oscillante eseguita da una sezione di fiati. Un coro (di cui ha curato l'arrangiamento David Bedford) e i sussurri senza senso di Oldfield aggiungono un tocco "inquietante" al pezzo.
  • Parte IV: "North Star" presenta un estratto dal lavoro di Philip Glass del 1977 intitolato proprio "North Star" (da qui il sottotitolo). La costante ritmica della batteria e del basso introducono la parte di chitarra a cui si unisce la melodia più tardi. Un riff di chitarra funky e un coro arricchiscono il tutto.

Il lato B del disco presenta invece brevi brani musicali: la canzone Sally è stata scritta e cantata da Oldfield e Nico Ramsden in omaggio alla fidanzata di Mike Sally Cooper. Il pezzo è stato però rimosso dall'album (probabilmente per ordine di Richard Branson) e sostituito con Into Wonderland, cantata da Wendy Roberts. Curiosamente, l'introduzione di sintetizzatore di Wonderland è lo stesso di Sally.

Punkadiddle è considerato da molti una presa in giro[senza fonte], da parte di Oldfield, della musica punk. Infatti, quando il brano è stato eseguito da Oldfield in tour, lui e la sua band lo hanno suonato a torso nudo. Come per Into Wonderland anche questo brano contiene un notevole riferimento a Sally. Di fatto, originariamente i pezzi erano mixati insieme e quando Sally è stato rimosso, si è deciso di utilizzare come introduzione a Punkadiddle il suo finale.

I Got Rhythm è una cover della canzone di George e Ira Gershwin.

Woodhenge appare nell'edizione intitolata Platinum, mentre nell'edizione intitolata Airborn è sostituito dal brano Guilty.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Platinum Part I: Airborn – 5:05 - (Mike Oldfield)
  2. Platinum Part II: Platinum – 6:06 - (Mike Oldfield)
  3. Platinum Part III: Charleston – 3:17 - (Mike Oldfield)
  4. Platinum Part IV: North Star / Platinum Finale – 4:49 - (Philip Glass)
  5. Woodhenge – 4:05 - (Mike Oldfield)
  6. Into Wonderland (erroneamente etichettata come Sally) – 3:46 - (Mike Oldfield, Nico Ramsden)
  7. Punkadiddle – 5:46 - (Mike Oldfield)
  8. I Got Rhythm – 4:44 - (Ira Gershwin - George Gershwin)

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo