Placido Blandamonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La facciata del Duomo di Acireale, al centro in marmo bianco il portale

Placido Blandamonte (citato anche come Placido Brandamonte, notizie storiche certe vanno dal 1637 al 1668; Messina, ... – ...) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fra le realizzazioni documentate: nel 1668 il portale del Duomo di Acireale, dedicato a santa Venera e la cappella del SS. Sacramento nella Cattedrale di Reggio Calabria (opera commissionata il 24 febbraio 1655[1]). La "Cappella del Santissimo Sacramento" sorge nella navata di sinistra del Duomo reggino e costituisce il più significativo monumento barocco della città, per preziosità dei marmi policromi intarsiati a mosaico fiorentino. La cappella venne dichiarata monumento nazionale nel XIX secolo[2]

La Statua dell'Angelo Tutelare a Reggio Calabria (opera attribuibile).

Viene inoltre ricondotta al Blandamonte la scultura raffigurante l'Angelo Tutelare, nella città di Reggio Calabria nel 1637[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN309812961 · ULAN: (EN500186342