Placca di Hollenhorst

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Placca di Hollenhorst
Specialitàoftalmologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM362.33
ICD-10H34.2

La placca di Eickenhorst è un embolo di colesterolo che si vede in un vaso sanguigno della retina.

Significato clinico[modifica | modifica wikitesto]

Di solito si osserva quando un medico esegue una oftalmoscopia, durante il quale una placca apparirà luminosa, refrattaria e gialla. È causata da un embolo alloggiato all'interno del vaso retinico originato da una placca ateromatosa in un vaso più prossimale (a monte), solitamente l'arteria carotide interna. Spesso è un'indicazione di un precedente episodio ischemico negli occhi ed è un segno di grave aterosclerosi. Il passo più importante nella gestione è identificare e trattare la placca originaria per impedire un'ulteriore embolizzazione.

Eponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il fenomeno prende il nome dall'oculista americano Dr. Robert Hollenhorst (1913-2008) che per primo descrisse il loro significato nel 1961.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina