Plátano (frutto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Platani in commercio

I plátani sono frutti prodotti dalle cultivar di due specie naturali appartenenti al genere Musa, M. acuminata e M. balbisiana[1]. In Sudamerica non viene fatta distinzione tra banane e plátani, nomi comuni che vengono utilizzati a seconda delle zone, preferendo distinguere le molteplici varietà eduli con il nome locale delle stesse[2]. In Italia invece, generalmente i plátani che si trovano in commercio sono le varietà di banane da consumare cotte e non fresche; vengono anche chiamate banane verdi o banane da cottura[3].

La cottura ha una origine più dettata dalle usanze che non dalla necessità. I platani maturi possono essere mangiati direttamente in quanto l'amido contenuto si converte in zucchero durante la maturazione.

I platani contengono più amido e meno zucchero delle "banane da dessert", per questo vengono comunemente consumate previa cottura o dopo aver subito un processo di lavorazione alimentare. Se ancora verdi sono sempre cotte o fritte prima di essere mangiate. Quando sono verdi (non mature) la polpa è molto compatta e la buccia è così dura da dover essere rimossa solamente con l'aiuto di un coltello.

Un platano (verde) ed una banana comune (gialla)

I platani con la colorazione da gialla a nera possono anche essere impiegati per preparare piatti dolci. Platani cotti al vapore sono considerati molto nutrienti ed adatti per infanti ed anziani. I platani maturi possono essere usati per la fase di svezzamento di infanti se opportunamente schiacciati e con l'aggiunta di un pizzico di sale.

I platani sono considerati un alimento di base nelle regioni tropicali, sono classificate come il decimo elemento di base più importante nel mondo. Allo stesso modo degli altri alimenti di base, i platani sono trattati come le patate ed altri alimenti dal sapore e dalla consistenza neutrale, in quanto il frutto non maturo viene cotto al vapore, bollito o fritto.

Patatine fritte di platano[modifica | modifica wikitesto]

Patatine di platano

Dopo la rimozione della buccia, i platani acerbi possono essere affettati e fritti in immersione d'olio per produrre patatine di banane da cottura. In questa forma fritta i platani vengono chiamati tostones, patacones o plataninas (in alcune regioni del Centro e sud America), platanutres (Porto Rico), mariquitas o chicharritas (Cuba), chifles (Equador e Perù) e tostones (Cuba, Repubblica Dominicana, Guatemala, Venezuela).

Nel Kerala (sud-est India) queste patatine vengono fritte nell'olio di cocco ed aggiunte di sale sono chiamate upperi o kaya varuthathu. La produzione delle patatine di banane da cottura è inoltre una importante produzione industriale locale.[4]

Nell'Honduras sono chiamate tajadas e se vengono prodotte a partire dal frutto più dolce della banana vengono chiamate allora banana chip.

Le patatine di platano sono uno snack molto popolare anche in Camerun, Togo, Giamaica, Ghana, Nigeria, El Salvador, Haiti, Guyana, Peru e Stati Uniti.

Produzioni mondiali rilevanti[modifica | modifica wikitesto]

I 10 più grossi produttori nel mondo (2011)[5]
Posizione Paese Quantità
(migliaia di t)
1 Uganda 10.547
2 Ghana 3.620
3 Cameron 3.400
4 Ruanda 3.036
5 Colombia 2.957
6 Nigeria 2.700
7 Perù 1.968
8 Costa d'Avorio 1.559
9 Repubblica democratica del Congo 1.552
10 Myanmar 950
Produzione mondiale 38.901

Valori nutrizionali[modifica | modifica wikitesto]

Valori nutrizionali per 100 grammi di prodotto di alcuni alimenti di base.[6]

Nutriente Platano Patata Riso bianco
Acqua (g) 65 79 12
Energia (KJ) 511 322 1528
Proteine (g) 1.3 2.0 7.1
Grassi (g) 0.37 0.09 0.66
Carboidrati (g) 32 17 80
Fibra (g) 2.3 2.2 1.3
Zuccheri (g) 15 0.78 0.12
Calcio (mg) 3 12 28
Ferro (mg) 0.6 0.78 0.8
Magnesio (mg) 37 23 25
Fosforo (mg) 34 57 115
Potassio (mg) 499 421 115
Sodio (mg) 4 6 5
Zinco (mg) 0.14 0.29 1.09
Rame (mg) 0.08 0.11 0.22
Manganese (mg) - 0.15 1.09
Selenio (mg) 1.5 0.3 15.1
Vitamina C (mg) 18.4 19.7 0
Tiamina B1 (mg) 0.05 0.08 0.07
Riboflavina B2 (mg) 0.05 0.03 0.05
Niacina B3 (mg) 0.69 1.05 1.6
Acido pantoenico B5 (mg) 0.26 0.3 1.01
Vitamina B6 (mg) 0.3 0.3 0.16
Acido Folico B9 (ug) 22 16 8
Vitamina A (IU) 1127 2 0
Vitamia E (mg) 0.14 0.01 0.11
Vitamina K1 (ug) 0.7 1.9 0.1
Beta-Carotene (ug) 457 1 0
Luteina e Zeaxantina (ug) 30 8 0
Grassi saturi (g) 0.14 0.03 0.18
Grassi monoinsaturi (g) 0.03 0.00 0.21
Grassi polinsaturi (g) 0.07 0.04 0.18

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Randy C. Ploetz, Angela Kay Kepler, jeff Daniells e Scot C. Nelson, Banana and plantain - an overviw with emphasis on Pacific island cultivar (PDF), su www.traditionaltree.org, Permanent agriculture resources (PAR). URL consultato il 16 maggio 2019.
  2. ^ (ES) Diccionario de la lengua española, Real Academia Española, 2018. URL consultato il 16 maggio 2019.
  3. ^ Platano Musa paradisiaca, il Pane dei Caraibi, Alimentipedia.it. URL consultato il 16 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Ignatius Pereira, The taste of Kerala, in The Hindu. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  5. ^ FAOSTAT, su faostat.fao.org. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  6. ^ (EN) Food Composition Databases Show Foods List, su ndb.nal.usda.gov. URL consultato il 28 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85102823 · GND (DE4277829-3