Pistiddu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pistiddu
Pistiddu.jpg
Origini
Altri nomiPistiddi
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneSardegna
Zona di produzioneProvincia di Nuoro
Dettagli
Categoriadolce
Ingredienti principali
  • farina
  • zucchero
  • strutto
  • lievito
  • sapa
  • semola
  • scorza di arancia
[1]
 

Il pistiddu è un dolce tipico del nuorese, originariamente veniva preparato in occasione della festa di sant'Antonio abate, ma che oggi può occasionalmente essere preparato in un periodo più estoeso giorni di festa[2]. Consiste in una sorta di crostata rotonda e piatta di colore giallo paglierino, ripiena con un preparato di vincotto, scorze di arancia e altri aromi caratteristici, a seconda del luogo di produzione e della ricetta utilizzata.

La ricetta, infatti, può subire delle varianti in base al paese di produzione: per esempio a Orotelli è prevista la variante con l'aggiunta di miele[3] mentre a Orani la variante prevede marmellata di fichi d'India[4]. In altri luoghi, come a Orosei, il dolce può assumere anche una forma più spessa, ampia e squadrata, tipicamente realizzata per la divisione in porzioni da distribuire durante le cerimonie e i tipici falò della festa.

La preparazione del dolce rotondo avviene secondo la tipica tradizione nuorese di decorare la pasta, con veri e propri disegni ad incisione dai quali è possibile intravedere il ripieno.

Il gusto del dolce è dipeso principalmente dall’intensita e dalla dolcezza del ripieno, che può risultare più o meno stucchevole a seconda dei gusti e delle sensibilità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Demetra, Sapori di Sardegna. Pane, mirto, dolcetti e..., Giunti Editore, 2005, ISBN 978-88-440-3008-7.
  2. ^ Ricetta Pistiddu o pistiddi, su Giornale del cibo. URL consultato il 04/01/2017.
  3. ^ Orotelli, su Pistiddu, su sardegnadigitallibrary.it. URL consultato il 04/01/2017.
  4. ^ Pistiddu di Dorgali, su cucina.corriere.it. URL consultato il 04/01/2017.
Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina