Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Pirro III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pirro III
Re dell'Epiro
Predecessore Tolomeo
Successore Deidamia II
Nome completo Πύρρος
Nascita Epiro, III a.C.
Morte 233 a.C.
Casa reale Eacidi
Padre Tolomeo

Pirro III (in greco antico: Πύρρος, Pýrros; Epiro, ... – 233 a.C.) fu il penultimo sovrano dell'Epiro, figlio del re Tolomeo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pirro III succedette, mentre era ancora un bambino, al padre Tolomeo, figlio secondogenito di Alessandro II e di Olimpiade II. Tolomeo era a sua volta subentrato al fratello, Pirro II, prematuramente scomparso poco tempo prima.[1]

Poco dopo essere salito al trono, Pirro III fu assassinato nel corso della rivolta che avrebbe portato all'abbattimento della monarchia e all'instaurazione della repubblica, e fu sostituito da sua cugina Deidamia II, figlia di Pirro II e ultima regina d'Epiro, che fu anch'essa assassinata ad Ambracia nel tempio di Artemide.[2][3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Humphreys, pag. 100.
  2. ^ Pausania, Periegesi della Grecia, 4, 35.
  3. ^ Giustino, Epitome, 28, 3.
  4. ^ Errington, pag. 174.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti secondarie
  • (EN) Robert Malcolm Errington, A History of Macedonia, 1990.
  • (EN) Henry Noel Humphreys, The Coin Collector's Manual, Or Guide to the Numismatic Student in the Formation of a Cabinet of Coins, Bell & Daldy, 1869.