Pippo Battaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pippo Battaglia (Palermo, 1947) è un giornalista, divulgatore scientifico e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pippo Battaglia nel 1993 ha fondato a Palermo la Targa Giuseppe Piazzi, un premio internazionale per la ricerca scientifica e la divulgazione della scienza di cui è il presidente del Comitato scientifico e organizzatore. Il premio ed il convegno sono intitolati all'astronomo valtellinese Giuseppe Piazzi, e si prefiggono di ricordare la scoperta del primo asteroide compiuta, per l'appunto, da Giuseppe Piazzi il primo gennaio del 1801 dall'Osservatorio Astronomico di Palermo da egli stesso fondato. Piazzi, in onore della Sicilia, denominò Cerere Ferdinandea il corpo celeste da egli scoperto. Oltre a questa rilevante scoperta Piazzi ha progettato e ha coordinato la realizzazione di una splendida meridiana, una delle più belle ideate in Italia, situata all’interno della Cattedrale di Palermo. La Targa Piazzi per la ricerca è stata assegnata ad astrofisici che hanno compiuto notevoli scoperte e tra questi ricordiamo Jocelyn Bell, il Premio Nobel Steven Weinberg e Halton Arp e la Targa Giuseppe Piazzi per la divulgazione a Piero Angela al mensile Le scienze e ad altri noti divulgatori scientifici.

Pippo Battaglia è autore di diverse monografie, biografie e libri; tra questi il volume “C’è vita nell'universo" edito da Lindau, Torino nel 2008. Alcuni brani del volume sono stati indicati dal Ministero della Pubblica Istruzione come traccia del tema di lingua italiana 2010 nell'ambito scientifico, degli esami di maturità dell'anno 2010[1] (leggi nota) assieme a stralci di alcuni testi a firma di Immanuel Kant, Stephen Hawking, Paul Davies e Steven J. Dick.

Programmi Televisivi di divulgazione scientifica[modifica | modifica wikitesto]

Pippo Battaglia ha avuto il ruolo di regista nonché di autore di molti testi di alcune trasmissioni televisive, tra queste ricordiamo A come Astronomia e Nova andati in onda nel 1995-1996. Ha dato alle stampe oltre un migliaio di scritti di divulgazione scientifica, e in particolare della storia dell’astrofisica e delle ricerche condotte sulla fisica delle particelle. Ha compiuto ricerche sulla storia dell’astronautica: e nei suoi lavori ha spesso dato ampio e grande rilievo agli aspetti epistemologici e socioculturali dell’astronomia. La maggior parte di questi scritti specialistici nonché divulgativi sono stati editi da riviste scientifiche e da pubblicazioni mensili di divulgazione scientifica e anche da alcune pubblicazioni periodiche e inoltre da diversi quotidiani. Pippo Battaglia è stato nominato membro onorario di diverse associazioni culturali nazionali e internazionali.

Divulgazione scientifica tramite quotidiani e mensili[modifica | modifica wikitesto]

Autore di articoli di divulgazione scientifica ha scritto moltissimi pezzi per alcuni quotidiani in cui ha sottolineato e evidenziato lo stato di abbandono e di possibile crollo di quasi tutti gli edifici e monumenti di rilevante importanza storica che si trovano Palermo.

Quotidiani, settimanali e mensili[modifica | modifica wikitesto]

Ha collaborato e ancora oggi collabora con diverse testate giornalistiche nazionali, tra queste: la Repubblica, Giornale di Sicilia, Tutto Scienze - La Stampa, La Sicilia, e i mensili: Nuovo Orione e sino a quando è stata edita de L'astronomia.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni cenni biografici sono stati pubblicati da diversi quotidiani a corredo di alcuni articoli. È stato nominato socio onorario di diverse associazioni culturali in omaggio alla sua costante attività di divulgatore scientifico. Per la sua opera di divulgazione della scienza e dell'Astronomia ha ricevuto diverse onorificenze e premi; tra questi si ricorda che l'Unione Astronomica Internazionale ha denominato Pippo Battaglia l'asteroide 184620 = 2006 YK13 (per vedere la sua orbita clicca sul collegamento che segue)[1] per aver fondato nel 1993 la "Targa Giuseppe Piazzi": un premio internazionale per la ricerca e la divulgazione dell'astronomia che commemora la scoperta compiuta da Giuseppe Piazzi del primo asteroide, denominato Cerere. La Targa G. Piazzi si è assegnata a Palermo annualmente sino al 2010 (il convegno è divenuto triennale), e tra gli altri è stata conferita a J. Bell, H.C. Harp e per la divulgazione scientifica a P. Angela.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ testi esami di stato 2010 (PDF)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]