Pippi Calzelunghe (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pippi Calzelunghe
Pippi calze lunghe.jpg
Pippi e il signor Nilsson sulla sua spalla
Titolo originale Pippi Långstrump
Paese Svezia
Anno 1969-1970
Formato serie TV
Genere sitcom/commedia
Stagioni 1
Episodi 21
Durata 30 min (episodio)
Lingua originale svedese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 1,33:1
Colore colore
Audio mono
Crediti
Ideatore Astrid Lindgren
Regia Olle Hellbom
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Ernst Liesenhoff
Bengt Schöldström
Prima visione
Prima TV Svezia
Dal febbraio 1969
Al maggio 1969
Rete televisiva SVT
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 6 settembre 1970
Al 24 gennaio 1971
Rete televisiva RaiUno Boing
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal giugno 2004
Al settembre 2004
Rete televisiva Disney Channel

Pippi Calzelunghe (Pippi Långstrump) è una serie televisiva svedese, prodotta da Sveriges Radio basata sul personaggio di Pippi Calzelunghe del romanzo per ragazzi Pippi Calzelunghe (Pippi Långstrump, 1945) della scrittrice svedese Astrid Lindgren. È stata prodotta anche una serie animata.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La serie, ambientata nel 1940, prende il nome dalla protagonista bambina, che in forma completa si chiama "Pippilotta Viktualia Rullgardina Succiamenta Efraisilla Calzelunghe" (Pippilotta Viktualia Rullgardina Krusmynta Efraimsdotter Långstrump nella versione originale svedese). È la storia di una bambina che dalla prima puntata vive nella piccola città di Visby sull'isola svedese di Gotland, all'interno di una grande villa, poiché sua ereditiera e possidente, "Villa Villa Colle" dai colori molto vivaci e suggestivi con l'unica compagnia di un cavallo bianco e nero chiamato Zietto e una scimmietta di nome Signor Nilsson, presa nelle isole dei mari del Sud, quando ancora girava il mondo. Pippi è figlia del pirata vedovo ed onesto Efraim Calzelunghe, capitano della Saltamatta, una nave di corsari spesso in giro nei mari del sud ed egli è, inoltre, il re dell'isola di Taka Tuka, nel Corno d'Africa. Pippi possiede una forza sovrumana e anche una grandissima umanità che dimostra nell'eccessiva generosità verso gli altri, specialmente quando paga le spese con le monete d'oro inviatele da suo padre. I protagonisti della serie televisiva, oltre a Pippi, sono i fratelli Tommy ed Annika, che abitano non troppo lontano da Pippi.


Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV Originale Prima TV Italia
Prima stagione 21 1969 1970-1971

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Pippi Calzelunghe.
  • Pippi Calzelunghe (Inger Nilsson), ovvero Pippilotta Virtualia Rollgardina Succiamenta Efrasilla Calzelunghe, è la protagonista del telefilm. È una bambina di nove anni (dieci dall'episodio 5 "Uno Strano Compleanno" ed undici dall'episodio 14) con i capelli rossi dal carattere assertivo, indipendente e anticonvenzionale; possiede una forza soprannaturale (è in grado di sollevare un cavallo con una sola mano senza difficoltà) e pur divertendosi a fare scherzi e disubbidire agli adulti, è allo stesso tempo buona e altruista con i coetanei. Orfana di madre e con il padre lontano nei mari del sud, Pippi vive nella Villa Villacolle insieme al Signor Nilsson (una scimmia), a Zietto (un cavallo bianco a macchie nere) e a un topolino che compare nell'episodio 7 "La Prima Neve".
  • Annika Settergren (Maria Persson) è la migliore amica di Pippi. È una bambina molto sensibile (ancora più di Pippi) con un buon rapporto con la madre ed è estremamente fissata con la pulizia anche se è scappata da casa per non sentire più la madre che diceva di lavarsi i denti, il collo e le orecchie. Vuole molto bene a Pippi e il pensiero di non vederla più la farebbe molto soffrire.
  • Tommy Settergren (Pär Sundberg) è il fratello di Annika ed il migliore amico di Pippi a cui vuole molto bene e anche a lui il pensiero di non vederla più lo farebbe soffrire. Vuole molto bene ad Annika anche se non sopporta la sua fissazione per la pulizia.
  • Sig.ra Settergren (Öllegård Wellton), è la madre di Tommy e Annika, sempre apprensiva nei confronti dei figli, ma più tranquilla quando Pippi è con loro. In un episodio si assenta da casa per tre settimane, credendo che i figli siano a casa di Pippi, mentre in realtà sono andati a Taka Tuka per salvare il padre della protagonista.
  • Karlsson e Blum (Hans Clarin e Paul Esser) sono una coppia di ladri che tentano in più occasioni di rubare, senza riuscirvi, un baule pieno d'oro appartenente a Pippi.
  • Kling e Klang (Ulf G. Johnsson e Göthe Grefbo), due poliziotti che vanno in giro per la città con una moto a due posti oppure con una macchina modello anni venti.
  • Zia Pryssellius (Margot Trooger), una donna zitella che lavora come baby sitter nel collegio del paese. Si interessa sempre di affari che non la riguardano e, non sopportando l'idea che Pippi viva da sola, vuole metterla in collegio ma cambia idea quando conosce il padre di Pippi nell'episodio 12 "Festa d'Addio".
  • Blood-Svente (Jarl Borssen) è un pirata con una benda sull'occhio; ha tenuto prigioniero il padre di Pippi assieme al pappagallo di Messer Jocket, Rosalinda, per carpire all'uomo, nel sonno, l'ubicazione del tesoro.
  • Messer Jocket (Martin Ljung) è il compagno di Blood-Svente, ha un coltello nella tasca e non riesce proprio a starne senza; Pippi glielo ruba mentre sta dormendo e si arrampica sulla torre per salvare il padre.
  • Capitano Calzelunghe (Beppe Wolgers) è il padre di Pippi Calzelunghe. Compare nell'episodio 12 "Festa d'addio" e nel film "Pippi Calzelunghe e i pirati di Taka-Tuka" del 1970.

La produzione[modifica | modifica sorgente]

Villa Villacolle, la casa usata per i film e la serie, si trova nell'isola di Gotland in Svezia e più precisamente nella cittadina di Visby. Oggi è meta di turisti.

La versione italiana della serie fu composta da un'unica stagione formata da 21 episodi, mentre la versione originale ne contava 13. Gli aggiuntivi 8 episodi furono ricavati da due film usciti nel 1970. Il doppiaggio in lingua italiana fu curato dalla C.D. 1970.

In Italia la serie è andata in onda in prima visione su Rai 1 nel 1970 e, in seguito, ha avuto varie repliche su Rai 2 nel 1994, su Disney Channel nel 2004 e su Italia 1 nella stagione 2006-07. La serie televisiva Pippi Calzelunghe è stata poi trasmessa sul canale Nickelodeon presente su piattaforma Sky al canale 604. Dal 7 settembre 2009 Pippi è in onda su DeAKids e DeAKids+1, i canali per ragazzi di De Agostini Editore visibili sulla piattaforma SKY ai canali 601 e 619.

Nel 2002 la serie è stata restaurata con le tecniche di preservazione digitale in alta definizione e quindi commercializzata in DVD.

In aprile/maggio 2009 è andata in onda su Italia1 dal giovedì al venerdì alle ore 7.30 circa e su Nickelodeon in tre episodi per volta (poco più di un'ora di durata) alle 13 con altre due repliche giornaliere, pertanto in due settimane è stata trasmessa tutta la serie di 21 episodi. Da gennaio 2012 è andata in onda su Boing. Attualmente viene trasmessa sul canale Cartoonito.

La sigla[modifica | modifica sorgente]

La sigla, "Här kommer Pippi Långstrump" in svedese ("Ecco arriva Pippi Calzelunghe"), è stata composta dal famoso pianista jazz svedese Jan Johansson, mentre il testo è stato scritto dalla stessa Astrid Lindgren, creatrice del personaggio. Il testo italiano è stato scritto da Phersu (uno pseudonimo dello scrittore Luciano Sterpellone). La versione originale in svedese è cantata da Inger Nilsson, mentre la versione italiana è interpretata da Isa Di Marzio.

Film[modifica | modifica sorgente]

Pippi a bordo! (1969) In attesa del ritorno del padre corsaro dai Mari del Sud, Pippi, vispa e intraprendente ragazzina, si fa amica e complice dei coetanei nel villaggio grazie a una borsa di monete d'oro di cui è generosa.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione