Pipes of Peace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pipes of Peace
ArtistaPaul McCartney
Tipo albumStudio
Pubblicazione31 ottobre 1983
Durata39:08
Dischi1
Tracce11
GenerePop
Rock
EtichettaParlophone
ProduttoreGeorge Martin
Registrazionefebbraio 1981 - luglio 1983
Noten. 15 Stati Uniti
n. 4 Gran Bretagna
n. 8 Italia[1]
Certificazioni
Dischi d'oro1
Dischi di platino1
Paul McCartney - cronologia
Album precedente
(1982)

Pipes of Peace è il sedicesimo album da solista di Paul McCartney.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco contiene 11 tracce, di cui 2 in duetto con Michael Jackson per i brani Say Say Say e The Man; la prima in particolare si è rivelata la hit dell'album: Composta da McCartney nel 1982 e registrata con Jackson nel 1983, il singolo si rivelò un grandioso successo, specialmente negli Stati Uniti dove raggiunse la 1ª posizione della Billboard Hot 100 che mantenne per 6 settimane consecutive. Il 45 giri andò a incrementare anche le vendite di Thriller di Michael Jackson, che di lì a poco sarebbe diventato l'album più venduto di sempre.

In seguito a Say Say Say dall'album furono estratti altri singoli, tra cui la title-track, accompagnata da un video decisamente originale che cita un episodio realmente accaduto durante la prima guerra mondiale: la tregua di Natale del 1914.

Paul interpreta il ruolo di due ufficiali nemici, uno inglese e l'altro tedesco: entrambi ricevono posta da casa, una lettera accompagnata dalla foto della rispettiva moglie. È la vigilia di Natale, sul fronte non si spara, i due ufficiali escono con circospezione dalle trincee e, seguiti dalle rispettive truppe, fraternizzano, s'incontrano nella "terra di nessuno" stringendosi la mano e dando addirittura vita ad una partita di calcio. L'incantesimo si interrompe però allo scoppio di una bomba che li fa tornare ognuno nella propria trincea con in mano la foto della moglie del nemico.

Anche questo singolo ebbe un buon successo, piazzandosi al 1º posto nella classifica del Regno Unito, ma su Billboard non riuscì a entrare in top 10.

Pipes Of Peace fu certificato dalla RIAA disco di platino, per aver venduto oltre 1 milione di copie negli Stati Uniti; in tutto il mondo ha venduto oltre 4 milioni di copie.[2]

Nel disco molti ospiti d'eccezione: Geoff Whitehorn dei Procol Harum suona la chitarra acustica in Through our love.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono opera di Paul McCartney, eccetto dove indicato.

  1. Pipes of Peace - 3:55
  2. Say Say Say (McCartney/Jackson) (duetto con Michael Jackson) - 3:56
  3. The Other Me - 3:58
  4. Keep Under Cover - 3:07
  5. So Bad - 3:23
  6. The Man (McCartney/Jackson) (duetto con Michael Jackson) - 3:57
  7. Sweetest Little Show - 2:53
  8. Average Person - 4:32
  9. Hey Hey (McCartney/Stanley Clark) - 2:53
  10. Tug of Peace - 2:52
  11. Through Our Love - 3:28

Tracce Bonus - Edizione rimasterizzata del 1993[modifica | modifica wikitesto]

  1. Twice in a Lifetime (dal film Due volte nella vita, 1983) - 2:59
  2. We All Stand Together (Singolo, 12/11/1984) - 4:22
  3. Simple as That (brano registrato nel 1986 e incluso nella compilation di vari artisti It's A Live-In World-Anti Heroin Project, 1986) - 4:17

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock